Home Consumatori Consumatori Savona

Trieste: mondiale d’ Altura tutto italiano negli ORC

0
CONDIVIDI
La premiazione di Mascalzone Latino

SAVONA. 14 LUG. “Mascalzone Latino”, “Be Wild” ed “Airis” : tre barche italiane hanno conquistato il titolo iridato ORC. Lo spettacolare e combattutissimo campionato mondiale di Trieste è stato impegnativo e tecnico, con vento leggero e salti improvvisi.

A far festa sono stati il Cookson 50 (Mascalzone Latino) di Vincenzo Onorato nel gruppo A, lo Swan 42 (Be Wild) di Renzo Grottesi, nel gruppo B ed il Melges 32 (Airis) di Cesare Bressan a dimostrazione che l’ Italia vanta una lunga tradizione ed è ancora maestra nella Vela d’ Altura.

Mascalzone Latino ha preceduto in classifica, di appena un punto, il Tp 52 russo “Freccia Rossa” di Vadim Iakimenko, mentre al terzo gradino del podio è arrivato lo Swan 42 “Sheera” di Maurizio Poser, staccato di appena due punti dal leader. Fuori dal podio “Altair 3”, lo Scuderia 50 di Sandro Paniccia al quale non è bastato il brillante terzo posto nell’ultima regata: Altair ha chiuso a pari punti con Sheraa, la quale però vantava un primo in race 8 che le è valso il bronzo. Il titolo Corinthian è andato invece al Tp 52 “Zerocould” di Danilo Falzitti, davanti al Comet 50 “Verve” di Giuseppe Greco, terzo posto per il Solaris One 44 “Trinity” di Peter Scicho.


Nel gruppo B decisiva la vittoria nell’ultima prova di BeWild, lo Swan 42 di Renzo Grottesi che precede di 5 punti, lo Swan 42 Selene “Alifax” di Massimo De Campo, mentre ha chiuso al terzo posto l’M45 Horus “Tempus Fugit” di Nadia Canalaz. Il titolo Corinthian è andato invece al Grand Soleil 43 “Reve de Vie” di Ermanno Galeati, che ha preceduto il Grand Soleil 39 “Morgan IV” di Nicola De Gemmis e l’IMX 45 “Adrenalina” di Bucciarelli/Gaspari.

Nel Gruppo C “Airis” di Cesare Bressan, ha preceduto il Farr 30 “Sease” di Franco e Giacomo Loro Piana e l’ altro Farr 30, “Mummy One” di Alessio Querin. Il titolo Corinthian se lo è aggiudicato l’X35 “Extrema” di Andrea Bazzini, davanti all’X37 “Hansen” del danese Michael Mollmann, mentre sul terzo gradino del podio ha chiuso l’Italia 998 “Lady Day 998” di Corrado Annis.
PAOLO ALMANZI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here