Traghetto Gnv, operai condannati per morte camallo

0
CONDIVIDI
Il porto di Genova, dove l'antivigilia di Natale 2009 perse la vita per un incidente di lavoro Gianmarco Desana
Il porto di Genova, dove l’antivigilia di Natale 2009 perse la vita per un incidente di lavoro Gianmarco Desana, camallo di 37 anni

GENOVA. 14 GEN. Il Tribunale di Genova oggi ha condannato due operai, coinvolti nell’incidente in cui perse la vita Gianmarco Desana, un camallo di 37 anni. Il tragico episodio avvenne l’antivigilia del Natale 2009 in porto a Genova, durante le operazioni nel garage del traghetto “La Suprema” di Gnv.

Gli imputati sono stati condannati al pagamento di una provvisionale di 20mila euro ciascuno e al risarcimento danni da definire in separato giudizio. Un operaio appartiene alla Culmv, l’altro alla Grandi navi veloci. Altre quattro persone coinvolte nell’incidente, lo scorso luglio avevano deciso di patteggiare la pena.

La vittima rimase schiacciato tra due semirimorchi, poco prima che il traghetto lasciasse la banchina genovese diretto a Palermo.

LASCIA UN COMMENTO