Traghetto da Tunisi, si nasconde nell’auto dell’amico: preso clandestino

0
CONDIVIDI
Al Terminal traghetti algerino ruba portafoglio
Controlli della Guardia di Finanza al terminal traghetti: beccato un tunisino che si era nascosto nell'auto dell'amico connazionale
Controlli della Guardia di Finanza al terminal traghetti: beccato un tunisino che si era nascosto nell’auto dell’amico connazionale

GENOVA. 15 MAR. Un tunisino si è nascosto in un buco ricavato nel cruscotto dell’auto di un suo amico connazionale, ma non è sfuggito ai controlli ed è stato rispedito indietro.

Un clandestino è stato scoperto oggi dagli uomini della Guardia di Finanza in servizio agli sbarchi dei traghetti a Genova, mentre tentava di entrare in Italia. L’extracomunitario, molto magro e di bassa statura, ha rischiato di morire asfissiato, ma è stato estratto dall’abitacolo vivo e non ha riportato gravi conseguenze.

Il tunisino, in buone condizioni di salute, dopo essere stato visitato da un medico è stato quindi rispedito in Tunisia a bordo dello stesso traghetto con cui era giunto a Genova.

 

La GdF ha invece arrestato l’amico connazionale che era alla guida dell’auto. Dovrà rispondere di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

LASCIA UN COMMENTO