Tpl, ok della Commissione regionale

0
CONDIVIDI
Sciopero del trasporto pubblico locale, martedì 5 luglio
bus-tpl-savona
Ok della Commissione regionale alla riforma del Trasporto pubblico locale in Liguria

GENOVA. 14 DIC. La Commissione Attività produttive della Regione Liguria oggi ha espresso parere favorevole, con il voto favorevole della maggioranza di centrodestra e l’astensione della minoranza,  al disegno di legge 37 di riforma del sistema di Tpl,  trasporto pubblico regionale e locale.

Il provvedimento introduce alcune modifiche per consentire l’operatività della riforma entro i prossimi due anni, nelle more dell’affidamento del servizio di trasporto pubblico locale attraverso la gara a evidenza pubblica.

«Questa legge è un atto dovuto – spiega il presidente Stefania Pucciarelli (Lega Nord) – nei confronti dei cittadini e utenti per garantire la continuità di un servizio indispensabile»

 

In particolare viene prorogato dal 31 dicembre 2015 al 31 dicembre 2017 il termine entro cui l’Agenzia regionale per il trasporto pubblico locale deve concludere le procedure competitive ad evidenza pubblica per l’affidamento dei servizi di trasporto. La Regione, inoltre, si riserva la possibilità di rivedere l’ipotesi di un lotto unico.

In attesa dell’affidamento dei servizi, le risorse per il trasporto pubblico locale su gomma sono ripartite secondo le percentuali già definite dalla legge 33/2013 e le risorse destinate ai servizi minimi sia su gomma che su ferro sono assegnate tenendo conto del raggiungimento, da parte di ogni singolo gestore, dei parametri di efficientamento previsti  dalle norme.

Infine viene prorogata dal 31 dicembre 2015 al 30 giugno 2016 la scadenza dell’intervento volto al finanziamento delle procedure di esodo anticipato e mobilità per le aziende di trasporto su gomma e viene modificata la composizione del Comitato del trasporto pubblico in seguito all’istituzione della Città metropolitana di Genova ed alla soppressione della Provincia di Genova.

Sono stati inoltre approvati due emendamenti tecnici, di cui uno relativo all’urgenza dell’entrata in vigore.

LASCIA UN COMMENTO