Home Politica Politica Genova

Toti, Rixi e Bucci abbracciano Putin: siglato accordo tra Liguria e Mosca

2
CONDIVIDI
Il sindaco Bucci con il ministro Cheremin a Palazzo Ducale

GENOVA. 22 SET. “Mi auguro che la firma di oggi sia l’inizio di un intento comune per costruire quelle infrastrutture e quelle condizioni generali a cui la politica deve provvedere, affinché il mondo dei molti imprenditori che vedo qui, delle associazioni di impresa, di tutti coloro che creano la vera ricchezza nei nostri due paesi possano avere certezza di ritorno, possano dare lavoro sempre più qualificato ai giovani che stanno studiando nelle nostre università e che diventeranno  il canale che unisce Genova e Mosca, due città per storia molto diverse ma che hanno gli stessi obiettivi per il futuro. Crescere e lasciarsi alle spalle i momenti in cui hanno faticato, ricostruire quelle eccellenze diverse per dimensioni e collocazione geografica, ma egualmente esempi di quel mondo unito, moderno, sviluppato, semplice da affrontare che serve ai cittadini e alle imprese”.

Lo ha dichiarato oggi il Presidente di Regione Liguria Giovanni Toti in occasione della firma dell’accordo di collaborazione per un interscambio culturale ed economico Liguria – Mosca insieme al Ministro capo dipartimento per le relazioni economiche internazionali di Mosca Sergey Cheremin, siglato questa mattina a Palazzo Ducale.

“Le ‘Giornate di Mosca’ a Genova – ha aggiunto Toti – stanno diventando ormai una tradizione, e mi piace ancora di più che tutto ciò avvenga in un momento in cui la città è particolarmente animata da una grande manifestazione che mi auguro il ministro possa visitare. Il Salone Nautico è una delle eccellenze dell’internazionalizzazione delle imprese italiane in cui potrà vedere il migliore design e la tecnologia più avanzata applicate alla nautica, una filiera di cui andiamo molto fieri e a cui abbiamo lavorato molto in questi mesi per renderla ancora più attraente in un momento in cui per fortuna il mercato torna a muoversi”.


Il Presidente Toti ha ricordato di essere già stato a Mosca con l’assessore regionale allo Sviluppo economico Edoardo Rixi e ha messo in evidenza tutti i cambiamenti avvenuti.

“Siamo convinti – ha sottolineato Toti – che lo sviluppo della nostra regione e del nostro paese passi attraverso ciò di cui si è parlato qui oggi: il turismo ma non solo, la tecnologia, il sistema dei trasporti e la sua modernizzazione, la capacità scientifica di produrre innovazione che poi può essere industrializzata. La modernizzazione dei trasporti e l’abbattimento dei costi della logistica sono uno dei temi che riguardano non solamente i nostri due paesi ma anche quell’Europa allargata che speriamo possa tornare presto a dialogare e a incrementare i suoi scambi sia commerciali, sia culturali e umani. Quel legame che tra Mosca, Genova e la Liguria c’è già. Genova è una città con un porto che è sempre stato aperto a tutte le esigenze di chi va per mare, di chi fa commercio e di chi cerca di costruire quelle linee che permettono dialogo e confronto tra mondi lontani ma non molto diversi”.

“Si è trattato di un momento importante – ha spiegato l’assessore Rixi – che rappresenta la ritrovata vocazione di una Genova non più chiusa in stessa, ma che vuole tornare a essere una grande capitale Mediterraneo e per farlo ha bisogno di dialogare con nazioni come la Russia, strategiche per lo sviluppo della nostra economia

Il protocollo di intesa, firmato oggi anche alla presenza del sindaco di Genova Marco Bucci, ha l’obiettivo di favorire la collaborazione tra il Governo di Mosca e Regione Liguria, investendo su progetti di comune interesse e instaurando nuovi legami imprenditoriali e commerciali.

 

2 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here