Toti, la segretaria e il posteggio particolare

3
CONDIVIDI
L'Audi Q3
Il Suv parcheggiato in via Petrarca
Ritorno al passato: 140mila euro e il Suv parcheggiato in via Petrarca angolo De Ferrari

GENOVA. 17 NOV. Dalla Porsche Cayenne di Belsito alle auto blu romane, al posto auto per il Suv utilizzato oggi dalla segretaria di Toti. E’ un ritorno al passato. Il governatore ligure con i nostri soldi paga l’ex segretaria di Emilio Fede 140mila euro lordi all’anno “posto auto incluso”.

“L’ho assunta in Regione come segretaria perché è bravissima” ha detto Toti e i maligni che pensavano allo zampino del Cav sono stati zittiti.

Tuttavia, il governatore è andato oltre: non ha esitato a chiedere alla polizia municipale il permesso di parcheggiare a pochi passi dall’ingresso della sede di piazza De Ferrari e lo spazio riservato ai “cantuné” viene utilizzato anche dal macchinone usato dalla super co.co.co. Rosa Ferraro.

 

Secondo alcuni bene informati della Regione, accade spesso. Pure oggi, il Suv è rimasto immobile per ore nello stallo giallo di via Petrarca, all’angolo con la piazza, che da anni fa gola a tutti i comuni mortali impiegati in centro città. Invece, le auto della polizia sono state costrette a sistemarsi in seconda fila. Peraltro, l’Audi Q3 era buttata lì con un paio di ruote che hanno invaso l’area di passaggio dei pedoni. Sul cruscotto c’era un bigliettino: “Staff del Presidente”. Nella sede di via Fieschi era appena terminata l’assemblea in via Fieschi, dove stava Toti.

Se il leader del Carroccio pochi giorni fa a Bologna ha urlato che l’alleanza Meloni-Berlusconi-Salvini non è un ritorno al passato, con a fianco Toti ad esaltare il modello Liguria, c’è chi ieri a Genova ha storto il naso: “Non è così”.

Altri hanno ricordato che pochi anni fa anche l’ex leghista Francesco Belsito, cacciato da via Macaggi dalle scope dei Giovani Padani, parcheggiava a scrocco la Porsche Cayenne nei posti auto riservati alla Questura. Mentre tanti poliziotti in servizio per la cittadinanza, si facevano un bel po’ di strada a piedi e giravano come matti per trovare parcheggio.

Toti, Salvini e il ritorno al passato con l’esempio di oggi. In Regione alcuni hanno commentato: “E’ una vergogna. Con quel compenso, la segretaria di Toti può permettersi di pagare di tasca propria un posto auto in garage”.

In ogni caso, secondo la normativa, il posto auto di via Petrarca è riservato esclusivamente ai “cantunè”. Non risultano provvedimenti amministrativi in altro senso. In realtà, dall’epoca della giunta Biasotti per prassi viene utilizzato dai potenti governatori liguri (Burlando incluso).

“E’ una questione di sicurezza – spiega il responsabile del Distretto Centro est Alfredo Rucher – e per prassi, da anni abbiamo concesso il nostro posto auto di via Petrarca alla vettura che trasporta il presidente della giunta regionale. Nel cortiletto di Palazzo Tursi c’è un analogo spazio per l’auto di servizio su cui viaggia il sindaco. Abbiamo ricevuto dalla Regione una richiesta per posteggiare tre vetture nel posto auto della polizia municipale all’angolo di De Ferrari. Ci sono stati forniti i numeri delle targhe”.

Una è quella di Toti, l’altra è la Vw Passat della Regione, la terza è il Suv Q3.

“Abbiamo replicato – aggiunge Rucher – che lo avrebbe potuto utilizzare una delle tre, ovviamente soltanto quella che trasporta il governatore. Se poi una delle auto, utilizzata da una dipendente dello staff del presidente e non da lui personalmente, posteggia abusivamente nello spazio riservato, è responsabilità di Toti. Lo  verificheremo immediatamente. I dipendenti di enti pubblici non possono usufruire di taluni privilegi, ancor meno utilizzare i posti auto riservati alla polizia municipale, concessi per motivi di sicurezza al personaggio istituzionale potenzialmente esposto a contestazioni, attacchi personali, minacce”. Fabrizio Graffione

3 COMMENTI

  1. Ma se quando vengono in visita al Gaslini parlamentari e consiglieri regionali(esclusi 5 stelle che si fanno la salita a piedi),si fanno riservare posteggi nei garage costringendo mamme e dipendenti a cercarsi altri posti….

LASCIA UN COMMENTO