Toti e Viale: Istituto Brignole da preservare

0
CONDIVIDI
Toti e Viale: l'Istituto Brignole per anziani non chiude
Toti e Viale: l'Istituto Brignole per anziani non chiude
Governatore Toti e vice Viale: l’Istituto Brignole per anziani è realtà pubblica da preservare

GENOVA. 5 GEN. “Scegliere di non liquidare il Brignole e di tenerlo in vita è la via giusta. Crediamo fino in fondo  nella missione pubblica dell’Ente, anche perché da come un Paese tratta i soggetti più deboli, come gli anziani, si capisce  il grado di civiltà di una società. Pertanto la realtà del Brignole che riunisce anche l’Istituto Doria di Struppa è da preservare perché il pubblico non può  abdicare completamente  a un suo ruolo fondamentale”.

Lo ha detto questa mattina il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti nel corso della visita all’Istituto Doria di Genova Struppa insieme alla vicepresidente e assessore alla salute Sonia Viale, accompagnati dai commissari straordinari dell’ Istituto Brignole Pietro Piciocchi e della Asl 3 Luciano Grasso. Nel corso della visita Presidente e Vicepresidente hanno incontrato  gli operatori socio-sanitari e gli ospiti della struttura che è transitata dalla liquidazione totale a un piano di risanamento che prevede anche un progetto di nuove residenze per anziani e di “condomini protetti”.

“Potevamo optare per la dismissione e la totale liquidazione – ha aggiunto Viale –  invece abbiamo scelto di effettuare un investimento, mantenendo l’ultima presenza pubblica all’interno dell’Ente che noi giudichiamo la strada vincente, sia per difendere i posti di lavoro, sia come luogo che può rappresentare l’unica soluzione per tante famiglie che altrimenti non saprebbero come fare perché non sono in grado di assistere i loro cari a casa. L’indirizzo politico è chiaro l’Istituto Brignole deve essere tutelato e difeso come prospettiva per la comunità e  punto di riferimento per la qualità dell’assistenza agli anziani”.

LASCIA UN COMMENTO