Toti cambia, Doria conserva: linee rosse di Tursi su Piano casa

0
CONDIVIDI
Muratore in nero pizzicato dai carabinieri in un cantiere edile nel quartiere di San Martino
Tursi oggi ha approvato le linee rosse da tracciare sul territorio del Comune, come consentito dal Piano casa di Toti e Scajola
Tursi oggi ha approvato le linee rosse da tracciare sul territorio del Comune, come consentito dal Piano casa di Toti e Scajola

GENOVA. 28 GEN. La giunta Doria ha approvato questa mattina una delibera con l’indicazione delle aree che intende escludere dall’applicazione delle nuove disposizioni del Piano casa varato nelle scorse settimane dalla giunta Toti.

Secondo il Comune, il provvedimento mira a salvaguardare e consolidare le attività produttive e il patrimonio di valore storico, tenendo fede all’impostazione del Piano urbanistico comunale che limita gli insediamenti residenziali secondo il principio di “costruire sul costruito”.

La Regione Liguria a fine 2015 ha fissato nuovi parametri e “premialità”, ha allargato le possibilità di edificazione anche in deroga ai piani urbanistici dei Comuni. Ciò riguarda sia l’ampliamento e la modificazione d’uso degli edifici esistenti, sia la demolizione e ricostruzione in altre aree dello stesso comune.

 

Il Piano casa regionale ha concesso ai comuni di individuare, entro sessanta giorni dall’approvazione della legge, le aree del proprio territorio che verranno escluse dall’applicazione delle nuove disposizioni. Il Comune di Genova ha dunque tempo fino al 7 marzo per adottare il provvedimento.

La delibera proposta dalla giunta Doria prevede che qualsiasi progetto edilizio che comporti deroghe alle previsioni del Puc in materia ambientale e paesaggistica, nonché ai limiti territoriali per il trasferimento dei volumi, deve obbligatoriamente essere sottoposto alla Conferenza dei servizi come variante al Puc e come tale essere discussa e votata dal consiglio Comunale.

 

LASCIA UN COMMENTO