Home Cronaca

Torna “La Voce e il Tempo” 2a Edizione

0
CONDIVIDI
Torna “La Voce e il Tempo” 2a Edizione

GENOVA. 9 GIU. Ieri nella cornice del parco storico appena restaurato di Castello Mackenzie, aperto al pubblico per la prima volta, è stata presentata alla stampa la stagione 2017/2018 de “La Voce e il Tempo”.

Il progetto, giunto alla sua seconda edizione, è organizzato dall’Associazione Musicaround, con il sostegno della Compagnia di San Paolo (maggior sostenitore) nell’ambito dell’edizione 2017 del bando “Performing Arts” e delle istituzioni cittadine, e si aprirà il 15 giugno 2017 al Monastero di Santa Chiara con il concerto Vita, dulcedo et spes dell’ensemble femminile Virgo Vox.

Dopo il grande successo riscosso nella scorsa stagione, la direzione artistica di Vera Marenco e Paola Cialdella torna a proporre un ricco cartellone itinerante di concerti, conferenze e workshop che si svilupperà, tra giugno 2017 e aprile 2018, nell’arco di 11 mesi con circa 20 appuntamenti, fra cui tre nuove produzioni in prima assoluta, secondo una formula inedita nel panorama culturale della città, pensata per valorizzare alcune delle più belle location genovesi: il Monastero di Santa Chiara, i Musei di Strada Nuova, il Museo di Sant’Agostino, Palazzo Ducale, la Chiesa di Santo Stefano, e il complesso di Santa Maria di Castello. Con un programma in cui la musica vocale va ad integrarsi ad altre forme espressive condivise dalle diverse culture, lungo linee comuni che attraversano Medioevo, Rinascimento e Barocco, Musica dalla tradizione e di area mediterranea, Musica contemporanea e nuove produzioni, in interazione con altri linguaggi, sviluppando in particolare il rapporto tra musica vocale e arti visive.


Dalla Musica tradizionale cinese di Sissy Zhou (giovedì 13 luglio 2017) al viaggio d’amore tra Rinascimento e Barocco di Hirundo Maris con Arianna Savall e Petter U. Johansen (sabato 14 aprile 2018), denominatori comuni a tutti gli eventi previsti saranno la musica vocale, la voce e la parola. Diverse le aree tematiche enunciate,  che metteno coinvolgendo artisti di fama e giovani talenti come Vivabiancaluna Biffi con Ondas, concerto di musica medievale (martedì 1 agosto 2017); i francesi Lo Còr de la Plana con la musica tradizionale occitana di Chants à danser! (Giovedì 14 settembre); Roberto Gini con Il concerto delle viole (sabato 10 febbraio 2018); l’Ensemble Chiaroscuro con Tehillim / La musica di Salomone Rossi, concerto per la Giornata della Memoria, in collaborazione con Centro Primo Levi (domenica 28 gennaio 2018).

Un rilievo particolare sarà dato al 450° anniversario della nascita di Claudio Monteverdi, celebrato con quattro appuntamenti in collaborazione con Palazzo Ducale.

E poi Il Canto della Sibilla, concerto-spettacolo con Eugenia Amisano (venerdì 15 dicembre); La Musica dei Servi di Maria, conferenza e concerto con Ensemble 400 in collaborazione con Res Musica e Sant’Ambrogio Musica (sabato 3 marzo 2018) e la Performance visuale Tehillim/Immagini e suoni / Steve Reich, a cura di Alessandra Cavalli e Nicolò Servi, con una conversazione introduttiva a cura di Maurizio Ben Omar (martedì 20 febbraio 2018).

Alla musica vocale di J.S. Bach, è dedicata un’ampia sezione del progetto, realizzata insieme ai laboratori permanenti MAP Musica Antica a Palazzo e grazie alla collaborazione del Goethe-Institut Genua. A chiusura del Seminario si terrà un concerto pubblico il 21 marzo 2018, compleanno di Bach e VI giornata europea della Musica Antica.

f.c.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here