Home Politica Politica Genova

Torna la movida, Doria: alcol fino alle 3 domenica 25 giugno (prima di andare a votare)

21
CONDIVIDI
Torna la movida, alcol fino alle 3 prima di andare a votare il nuovo sindaco di Genova

GENOVA. 31 MAG. “Le attività di somministrazione di cibi e bevande, quelle artigianali e i circoli del centro storico potranno derogare al limite orario previsto nella vigente ordinanza “per la vivibilità” nelle notti tra il 2 e il 3 giugno, tra il 3 e il 4 giugno nonché nelle notti tra il 23 e il 24 giugno e tra il 24 e 25 giugno. Gli esercenti potranno prorogare l’apertura fino alle ore 3 (limite massimo per la somministrazione di alcolici previsto dalla legge nazionale)”.

Ordinanza anti movida. Il sindaco Marco Doria fa parziale marcia indietro per il prossimo ponte, ma anche per domenica 25 giugno, quando si dovrà tornare alle urne (dopo la prima tornata elettorale di domenica 11) e votare il nuovo sindaco di Genova nel probabile caso di ballottaggio.

A comunicarlo, oggi pomeriggio, è stato Palazzo Tursi.


“La deroga – continua il Comune – è stata disposta con ordinanza del Sindaco su proposta degli assessori alla Legalità e diritti Elena Fiorini e allo Sviluppo economico Emanuele Piazza. Il provvedimento rientra in un percorso volto a contemperare al meglio le esigenze di quiete e riposo degli abitanti con quelle della rete commerciale e della vitalità del centro storico. Si è tenuto conto del prevedibile afflusso di turisti e genovesi nei fine settimana del 2 giugno e del 24 giugno”.

 

21 COMMENTI

    • Ma ringraziare cosa? Il problema della gente che vuole dormire si pone solo in Liguria, nel resto d’Italia, per non parlare del mondo, nei luoghi che vivono di turismo la movida tira avanti tutta la notte. Cosa c’è andata a fare ad abitare in centro? I locali ci sono da ben prima che lei ci andasse ad abitare!

    • Innanzitutto io le ho dato del lei, impari l’educazione oltre a essere meno egoista. Secondo c’è chi grazie alla movida lavora e porta a casa i soldi per dare da mangiare ai figli, a questo ci ha pensato? E uno dovrebbe guadagnare meno perché a lei e a gente come lei piace vivere in centro ma non vuole sentire rumore? Si faccia un esame di coscienza e arrivi a capire che il mondo non gira intorno a lei.
      Io sono abbastanza intelligente da capire che se la notte non voglio sentire rumore non devo abitare in centro, infatti abito in collina. Traslochi e la smetta di rompere le palle a chi lavora!

  1. MENO MALE CHE IL SIG. DORIA TOGLIE IL DISTURBO.NEGLI ULTIMI ANNI GENOVA E’ SFORTUNATA NELLA SCELTA DEL SINDACO. SPERIAMO CHE IL PROSSIMO ABBIA UN PIZZICO DI CAPACITA’ VI MANCA IL DIALOGO CON I CITTADINI.SAPETE DIALOGARE SOLO IN CAMPAGNA ELETTORALE.PASSATA QUELLA NON CI CONOSCIAMO PIU’.

  2. Doria non si ricandida e poi non capisco, tutti si lamentano che i locali chiudono presto, ecc. ecc., un’ordinanza fa una deroga solo per alcuni giorni particolari e nuovamente tutti si lamentano?! Ma la coerenza qualcuno sa cos’è? Va beh a Genova il mugugno è gratis

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here