Home Spettacolo Spettacolo Genova

Torna alla Piccola Corte la Rassegna di Drammaturgia Contemporanea

0
CONDIVIDI
Torna alla Piccola Corte la Rassegna di Drammaturgia Contemporanea

GENOVA. 18 MAG. “Siamo arrivati alla XXII Edizione della Rassegna di Drammaturgia Contemporanea – dice il direttore dello Stabile di Genova Angelo Pastore – una rassegna che conferma quanto il nostro teatro sia vivo e capace di avere sempre uno sguardo volto al linguaggio degli autori contemporanei. Questa rassegna che parte mercoledì 24 maggio ore 20,30 sul palcoscenico della Piccola Corte è divenuta oramai un appuntamento immancabile che fa scoprire a noi come al pubblico le ultime tendenze in campo di scrittura per il palcoscenico. In ventidue anni di vita, – prosegue Pastore – la Rassegna ha portato in scena quasi 80 nuovi testi, molti dei quali sono poi diventati dei veri e propri spettacoli di produzione. Questo è il teatro, questa la sua gioia, malgrado spesso si sia sopraffatti da problemi burocratici, bisogna ricordare che il cuore del teatro è il palcoscenico, quello che accade sopra di esso è la cosa importante e tutto deve contribuire perchè questo accada e naturalmente sia fatto bene. Purtroppo fra regole e regolette siamo diventati come una riserva indiana, ma noi resistiamo”.

Come già nella scorsa edizione, gli spettacoli a programma sono cinque: L’Arbitro di Dio (Quel gol non era gol) – Irlanda, di Robert Farquhar (versione italiana Carlo Sciaccaluga) che sarà alla Piccola Corte da Mercoledì 24 maggio a Sabato 3 giugno ore 20,30 – Giovedì ore 19.30. Regia di  Alberto Giusta, interpreti Andrea Di Casa, Massimo Rigo, Marco Zanutto.

A seguire Lingua Madre Mameloschn (Muttersprache Mameolschn) – Germania (coprodotto insieme al Festival delle Colline Torinesi e a PAV)di Sasha Marianna Salzmann (versione italiana Alessandra Griffoni Rota)sul palco del Teatro Duse da Mercoledì 31 maggio a Sabato 10 giugno ore 20,30 – Giovedì ore 19,30 Regia di Paola Rota con Elena Callegari, Francesca Cutolo, Maria Roveran.


Il terzo è Pezzo di Plastica (Stück Plastik) – Germania, di Marius von Mayenburg (versione italiana Umberto Gandini), in scena alla PICCOLA CORTE da Mercoledì 7 a Sabato 17 giugno ore 20,30 – Giovedì ore 19.30 .Regia di Simone Toni con Gabriele Furnari Falanga, Federica Granata, Marisa Grimaldo, Roberto Serpi, Federico Vanni.

Il quarto Mors Tua Vita Mea – Italia , di Silvia Zoffoli sarà al Teatro Duse da Mercoledì 14 a Sabato 24 giugno ore 20,30 – Giovedì ore 19,30 e vede l’esordio registico della giovane attrice Elisabetta Mazzullo. Interpreti Valeria Angelozzi, Matteo Cremon, Valentina Favella, Matteo Palazzo.

A chiudere la rassegna sarà Sangue Matto (Verrücktes blut) – Germania di Nurkan Erpulat e Jens Hillje (versione italiana Clelia Notarbartolo) in scena alla Piccola Corte da Mercoledì 21 giugno a sabato 1° luglio ore 20.30 – Giovedì ore 19.30. Anche in questo caso la regia è affidata all’attrice Elena Gigliotti anche lei al suo esordio in qualità di regista. Interpreti Giuseppe Brunetti, Roberta Catanese, Fabrizio Costella, Riccardo Marinari, Silvia Napoletano, Cristina Pasino, Francesca Patanè, Alessandro Pizzuto.

Gli spettacoli restano in scena per nove repliche e sono programmati in modo alternato (3+2) sui palcoscenici della Piccola Corte e del Teatro Duse.

FRANCESCA CAMPONERO

Prezzi: posto unico 5€; abbonamento a tutta la Rassegna 15€.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here