Torna a Genova Christophe Ferrari con la nuova mostra “Au delà des scènes …”

0
CONDIVIDI
Christophe Ferrari
Christophe Ferrari
Christophe Ferrari

GENOVA. 3 FEB. Dal 12 febbraio presso il Foyer del Teatro Carlo Felice verrà allestita una mostra fotografica del danzatore francese Christophe Ferrari, attualmente maestro ospite presso prestigiose compagnie e varie scuole di danza europee, nonché a stage e concorsi internazionali di danza.

Non è la prima volta che Ferrari espone, ma soprattutto non è la prima volta che espone nella nostra città, l’ottobre scorso infatti ha effettuato la vernissage L’ame et la mer presso lo showroom Ligursystem. A curare la mostra era stata la giornalista Francesca Camponero, nostro redattore per la cultura, che curerà anche questa nuova esposizione presso il Carlo Felice.

Ma se il soggetto della prima mostra era il mare, “Au delà des scènes …” ha una tematica del tutto differente. Architetture del passato, così come specchi d’acqua e scorci di un bosco, diventano scenografie naturali in cui è facile ritrovare atmosfere delle più note opere liriche come dei balletti.

 

“La passione di  Christophe Ferrari per la fotografia è nata qualche anno fa, scoperta per caso utilizzando una piccola macchina fotografica lasciatagli dal padre. Christophe ha subito scoperto che quella della fotografia era un’altra passione  forte e bella come quella per la danza. – dice Francesca Camponero- Ferrari ha un talento naturale nel forografare ogni cosa, perchè ha la capacità di abbandonarsi alla straordinaria bellezza dei luoghi, scegliendo inquadrature insolite, come volesse entrare in un mondo diverso dove losguardo trova quello che subito non appare. Spesso sceglie di dar spazio alla sacralità che risulta molto convincente in quanto da un lato consente un recupero della memoria dei luoghi e dall’altro permette di cogliere quei nessi che accomunano leggende, timori, ritualità e miti. Nelle sue foto tutto è estremamente curato e mai casuale, – continua la curatrice della mostra- l’occhio del suo obiettivo si posa su un mondo che conserva il suo mistero, ma che è disposto a svelarsi a chi sa attendere, a chi sa osservare senza lasciarsi troppo sedurre dalla meraviglia”.

La mostra sarà allestita in occasione della programmazione del balletto “Roméo et Juliette” di Angelin Preljocaj (dal 12 al 16 febbraio 2016) e rimarrà visibile al pubblico del Carlo Felice fino a domenica 28 febbraio. La Redazione

Facebookhttps://www.facebook.com/christophe.ferrari.5?fref=ts

Christophe Ferrari
Christophe Ferrari

LASCIA UN COMMENTO