Tiziano Renzi. Il Gip si riserva decisione

0
CONDIVIDI
Il gip di Genova ha riservato la decisione in merito alla richiesta di archiviazione per la bancarotta della Chill, azienda di Tiziano Renzi, padre del premier Matteo
Il gip di Genova ha riservato la decisione in merito alla richiesta di archiviazione per la bancarotta della Chill, azienda di Tiziano Renzi, padre del premier Matteo
Il gip di Genova ha riservato la decisione in merito alla richiesta di archiviazione per la bancarotta della Chill, azienda di Tiziano Renzi, padre del premier Matteo

GENOVA. 18 SET. Il gip di Genova ha riservato la decisione in merito alla richiesta di archiviazione per la bancarotta della Chill, azienda di Tiziano Renzi, padre del premier Matteo.

Nell’udienza di oggi è stato ascoltato il legale del creditore che si è opposto all’archiviazione.

Nell’inchiesta è stato tirato in ballo da Giovanni Donzelli, capogruppo di Fdi al Consiglio regionale della Toscana, con un esposto, Marco Lotti, padre del sottosegretario Luca accusato, dal capogruppo di Fdi di “affari di famiglia” per aver avallato, in qualità di funzionario della Bcc, l’erogazione di un mutuo per la Chill di 697 mila euro “il giorno dopo, il 14 luglio 2009, l’assunzione del figlio in Palazzo Vecchio dove Matteo Renzi era sindaco da poco tempo”.

 

E proprio Marco Lotti risponde di aver sempre fatto il suo dovere all’interno della banca e di essere pronto a querelare “chiunque metta in dubbio la mia correttezza professionale e la mia personale onorabilità”.

LASCIA UN COMMENTO