Terzo attentato a palazzo A.r.t.e. con molotov, Toti e Scajola: ora basta

0
CONDIVIDI
Terzo attentato incendiario con molotov a palazzina di A.r.t.e. di Imperia, Toti e Scajola: ora basta
Terzo attentato incendiario con molotov a palazzina di A.r.t.e. di Imperia, Toti e Scajola: ora basta
Terzo attentato incendiario con molotov a palazzina di A.r.t.e. di Imperia, Toti e Scajola: ora basta

IMPERIA. 1 MAG. “Questi episodi non sono più tollerabili e non devono più accadere”. E’ la condanna espressa dal governatore Giovanni Toti e dall’assessore regionale all’Edilizia, Marco Scajola, dopo l’attentato incendiario di oggi a una palazzina di A.r.t.e., l’azienda regionale territoriale per l’edilizia, a Ospedaletti, in via Termini, il terzo in un mese. “Siamo in contatto con l’amministrazione comunale di Ospedaletti e Arte di Imperia e denunciamo questo ennesimo episodio molto grave. Abbiamo piena fiducia nelle forze dell’ordine affinché facciano chiarezza al più presto”.

Stamane la molotov è stata lanciata intorno alle 10,30 dentro l’alloggio popolare dove vive da sola l’ultima inquilina, una donna di 70 anni. Il palazzo è stato messo all’asta (finora le precedenti aste sono andate deserte). Per fortuna, l’anziana era assente al momento dell’attentato.

I carabinieri hanno acquisito immagini del sistema di sorveglianza e non escludono alcuna pista. L’anziana, che andrà a vivere dalla sorella, vive nello stabile dall’età di tre anni e non ha intenzione di abbandonarlo.

LASCIA UN COMMENTO