Tentato omicidio stradale, ora è caccia al vigilante pirata

1
CONDIVIDI
Gli agenti della polizia municipale oggi pomeriggio sono stati costretti a fare da pacieri per una coppia di coniugi che si è azzuffata in pieno centro città
Gli investigatori della polizia municipale stanno dando la caccia a un vigilante, che secondo i testimoni è l'autore del tentato omicidio sradale dell'altra notte a Sampierdarena: la vittima del Bangladesh è ancora in fin di vita al Villa Scassi
La polizia municipale sta dando la caccia a un vigilante, che secondo i testimoni è l’autore del tentato omicidio stradale di Sampierdarena: la vittima del Bangladesh è ancora in fin di vita al Villa Scassi

GENOVA. 16 FEB. E’ caccia a una guardia giurata. Secondo i testimoni e le immagini di una telecamera, raccolte dagli agenti della polizia municipale, dovrebbe essere un vigilante il responsabile del tentato omicidio stradale avvenuto l’altra notte tra via Ballydier e via di Francia a Sampierdarena.

Non si tratterebbe più, quindi, di un tragico episodio legato alle stragi del sabato sera ad opera di ubriachi e drogati, come gli investigatori avevano ipotizzato in un primo momento. La svolta nelle indagini è avvenuta ieri sera, quando gli agenti hanno ascoltato due persone informate sui fatti. Avrebbero riferito di avere visto la scena del venditore ambulante del Bangldesh, ancora ricoverato al Villa Scassi in fin di vita, centrato in pieno dall’auto pirata: “Il conducente portava la divisa da vigilante, è sceso e ha detto che avrebbe chiamato i soccorsi, poi è sparito”.

 

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO