Home Sport Sport Imperia

TENNIS, IL BORDIGHERA LAWN CLUB DA’ IL BENTORNATO A LUCA PARMITANO

0
CONDIVIDI

IMPERIA 29 NOV. Dopo 166 giorni in orbita con due colleghi stranieri, a bordo della navicella spaziale Soyuz TMA-09M Olympus, l’astronauta catanese Luca Parmitano è tornato sulla terra. Con loro, atterrati nella steppa del Kazakistan poco prima delle 4 del mattino di lunedì 11 novembre, anche il cappellino celebrativo per i 135 anni del Bordighera Lawn Tennis Club, fresco di due record da Guinness dei Primati. L’opera, realizzata a mano dall’artista di fama internazionale Aldo Zaccardelli e sulla navicella grazie alla collaborazione dell’ingegner Paolo Tealdi, è il primo emblema di un tennis club ad aver volato nello spazio, nonché il dipinto rimasto in orbita per più tempo. La proclamazione da parte dei giudici del Guinness World Records, probabilmente, avverrà proprio a Bordighera, in un grande evento nel mirino del direttivo del BLTC. “Ancora non abbiamo una data certa – spiega il presidente Maurizio Massaccesi – ma sarà sicuramente nei primi mesi del 2014”. L’intenzione è di organizzare al circolo una giornata molto particolare, accogliendo a Bordighera lo stesso Parmitano, divenuto il 9 luglio scorso il primo italiano a compiere una passeggiata spaziale. “Ci riconsegnerà di persona il cappellino, che verrà poi donato a un museo, e racconterà nel dettaglio la sua esperienza nello spazio. Insieme a lui, ci piacerebbe avere al club anche Paolo Nespoli (altro famoso astronauta italiano, ndr) e la dottoressa Simonetta Di Pippo, responsabile dell’Osservatorio per la Politica Spaziale Europea dell’Agenzia Spaziale Italiana, per una sorta di meeting aperto a tutti in cui discutere, chiedere e imparare il più possibile”.

 

“Sarebbe molto importante – prosegue – che tutta la città promuovesse questa iniziativa, magari con vetrine a tema nei negozi, iniziative collaterali e quant’altro. Abbiamo già parlato con l’amministrazione comunale, e tutti si sono detti favorevoli a darci una meno per mettere in piedi questa bella iniziativa”. Da parte loro, gli organizzatori sono invece pronti a muovere addirittura Andreas Seppi, numero 25 del mondo (e 2 d’Italia), ed elemento di punta del club ligure. “Se quel weekend Andreas non sarà impegnato nei tornei, sarebbe interessante permettere a Parmitano di scambiare qualche palla con lui, per ricambiare il favore che ci ha fatto, sia portando con sé il nostro omaggio, sia mandandoci un graditissimo videomessaggio di ringraziamento direttamente dallo spazio. Vogliamo fare il possibile – conclude – per rendere unica la sua visita in Riviera, e con l’aiuto di tutti ci possiamo riuscire”.


BORDIGHERA LAWN TENNIS CLUB 1878: IL PIÙ ANTICO CIRCOLO D’ITALIA

Era il 1878 quando in Riviera nacque il Bordighera Lawn Tennis Club, che poi si radicò nel primo Novecento e a ridosso della Prima Guerra Mondiale. Nell’immediato dopo guerra cominciarono a disputarsi le prime gare a livello sociale e, nel 1927, il Circolo cominciò a organizzare tornei internazionali di alto livello agonistico. Da lì in poi una storia lunga e gloriosa che ha portato fino alle celebrazioni per il centenario del 1978. Oggi il club bordigotto può contare su un passato nobile e un presente di alto livello. Da una parte il primo campo d’Italia, con una targa celebrativa, e dall’altra un’attività fervente. A Bordighera fanno base due dei tecnici italiani più famosi e più vincenti di sempre, Riccardo Piatti e Massimo Sartori, quest’ultimo coach di Andreas Seppi, attualmente numero 2 d’Italia. Sei campi in terra rossa e prenotabili on-line, bar, ristorante, club house e palestra.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here