Home Politica Politica Genova

TEGIT VERRA’ ASSORBITA DA DATASIEL

0
CONDIVIDI
datasiel

datasielGENOVA. 20 NOV. Claudio Montaldo, assessore alla Salute ha risposto ad un’interrogazione che non aveva ricevuto risposta scritta nei tempi prescritti – presentata da Ezio Chiesa (gruppo Misto – Liguria Viva) sulla situazione “Tetig S.r.l.” della Azienda Sanitaria Locale N. 4 Chiavarese.

Chiesa aveva chiesto se corrisponda al vero l’eventualità che “Tetig” cessi l’attività e, nel caso affermativo, quali iniziative la Regione intenda intraprendere al fine di garantire al personale attualmente occupato dall’azienda, se si prospetta, in caso di chiusura, il passaggio alla Asl 4 oppure presso aziende partecipate. Nell’interrogazione Chiesa ricordava che nel 2005 la Asl 4 ha costituito una s.r.l. – la “Tetig” appunto – con personale proveniente dalla stessa azienda sanitaria. Oggetto sociale della società era lo svolgimento di attività complementari e di supporto all’attività sanitaria, ospedaliera e territoriale della ASL 4. «Per svolgere queste attività fu assunto del personale, in parte amministrativo e tecnico e in parte informatico, con contratto a tempo indeterminato. Questo personale deve considerarsi a tutti gli effetti personale della asl, essendo “Tetig” una società partecipata al cento per cento. Negli ultimi tempi circolano voci di una possibile chiusura della società – aggiungeva Chiesa – e ai dipendenti sono state prospettate diverse soluzioni di lavoro, quali l’inserimento presso cooperative, sempre a servizio della asl, o la possibilità di venire integrati nella società informatica regionale “Datasiel”. Tutto ciò causa preoccupazione tra i dipendenti che vedrebbero perdere le proprie certezze sia lavorative che retributive».

L’assessore alla Salute Claudio Montaldo ha risposto che tutto il personale della Tetig è a tempo indeterminato: «Si tratta   di 20 dipendenti: 9 amministrativi, 10 informatici e un biomedico. Essendo uno strumento operativo interno alla asl, l’attività di Tetig viene svolta dai dipendenti direttamente presso le sedi e gli spazi della Asl 4 dove vi è necessità, con l’esclusione del call center che ha a disposizione due locali per 65 mq complessivi. Per tutte le attività in cui Tetig non supporta la asl, quest’ultima si affida a Datasiel. Anche sulla base di una recente sentenza della Corte costituzionale, è intervenuta una nuova normativa nazionale che prevede il superamento delle società emanate dalle asl. Oggi la soluzione più opportuna e semplice per risolvere il problema tutelando i lavoratori è il passaggio del complesso dell’attività di Tetig a Datasiel che potrebbe assorbirne i dipendenti, continuare le attività svolte riportando finalmente a unitarietà il sistema informatico regionale che ha sofferto molto per questa “enclave” creata nella Asl 4».
Ezio Chiesa (Gruppo Misto) ha ringraziato l’assessore per la soluzione prospettata: «Del conflitto fra Datasiel e Tetig si è discusso per anni e finalmente si risolve. Per qualche lavoratore che proviene dalla asl la soluzione può essere il rientro alle dipendenze della asl 4».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here