Home Economia Economia La Spezia

Tecnocasa, Liguria: 10,5% dei mutui destinato a sostituzioni e surroghe

0
CONDIVIDI
Tecnocasa, Liguria: 10,5% dei mutui destinato a sostituzioni e surroghe

LA SPEZIA. 23 GIU. Stando ai dati Tecnocasa, il mercato dei mutui in Liguria è dedito soprattutto alla richiesta di finanziamenti con finalità d’acquisto, settore che assorbe addirittura l’88% dell’intera domanda. Al secondo posto, anche se in quantità ridotta rispetto ai prestiti finalizzati, troviamo le surroghe e le sostituzioni con una percentuale del 10,5%: si tratta di una nicchia in via di espansione, in Liguria e in generale nello Stivale, dato che il crollo dei tassi di interesse ha di fatto spinto molti mutuatari a considerare l’opportunità di trasferimento e di rinegoziazione del proprio mutuo. Vediamo di approfondire la questione.

Tassi ai minimi storici: avanzano surroghe e sostituzioni

Rinegoziare un mutuo per avere tassi più vantaggiosi? Una possibilità resa concreta dalla Legge 40/2007 inclusa nel Decreto Bersani. Per via dei tassi d’interesse ai minimi storici, infatti, un numero sempre maggiore di italiani e di cittadini liguri sceglie di trasferire il proprio mutuo dal vecchio istituto di credito ad una nuova banca, accettando proposte più a buon mercato, rispetto alle precedenti soluzioni.
Come capire quali sono le banche e gli istituti di credito con i tassi più vantaggiosi per i mutui ipotecari? Basta semplicemente rivolgersi a siti come mutuisupermarket.it e confrontare le diverse offerte relative alla surroga del mutuo, per decidere quale sia quella con i tassi d’interesse meno cari e dunque più convenienti.


Surroghe del mutuo: come funzionano e come richiederle

Con la surroga del mutuo è possibile chiedere a una banca di prendere in consegna il proprio mutuo, rinegoziando i tassi di interesse: in questo modo il vecchio mutuo viene trasferito in toto presso la nuova banca, ma i costi calano per via delle offerte migliori. Le surroghe funzionano dunque in modo abbastanza lineare e comprensibile: sono fra l’altro gratuite, e possono essere richieste anche diverse volte, senza alcun limite numerico. Inoltre, la vostra vecchia banca – per legge – non può opporsi a tale richiesta. Ci sono comunque dei requisiti indispensabili: innanzitutto la redazione di un atto notarile, ma anche il rispetto delle somme mutuate dalla precedente banca. Infine, la rinegoziazione può essere richiesta per qualsiasi tipo di finanziamento, e la presenza di eventuali clausole anti-surroga nel contratto del vecchio mutuo sono da ritenersi nulle per legge.

Quali sono i vantaggi delle surroghe?

Il primo vantaggio è piuttosto ovvio: avendo la possibilità di trasferire il mutuo da un istituto di credito a un altro, si possono scegliere banche che offrono tassi di interesse più convenienti, risparmiando dunque cifre discrete e abbassando il costo delle rate. Ed essendo gratuito, questa operazione porta solo benefici. Inoltre, richiedere la surroga di un mutuo significa anche avere l’opportunità di alleggerire la durata dei piani di ammortamento, incamerando ulteriori vantaggi economici. Sappiate però che l’accettazione della surroga non è automatica, ma passa sempre da un esame della vostra situazione creditizia da parte della banca, che cerca sempre di evitare i cattivi pagatori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here