Home Spettacolo Spettacolo Genova

Teatro di Camogli, i grandi Classici dell’800 incontrano i pianisti del terzo millennio

0
CONDIVIDI
Teatro di Camogli, i grandi Classici dell'800 incontrano i pianisti del terzo millennio

GENOVA. 9 MAG. Giovedì 11 maggio al Teatro Sociale di Camogli alle ore 20,30, si terrà il concerto della GOG della serie “I grandi “classici” dell’800 incontrano i pianisti del terzo millennio”. Protagonista della serata sarà Riccardo Zadra con un programma interamente dedicato a Chopin.  Il pianista suonerà infatti 3 Valses brillantes op. 34, Mazurca in do maggiore op. 24 n. 2 (1834 – 35), Mazurca in la minore op. 17 n. 4 (1832 – 33), Mazurca in si bemolle minore op. 24 n. 4 (1834 – 35), Scherzo in do diesis minore n. 3 op. 39 (1838 – 39), Barcarolle in fa diesis maggiore op. 60 (1845 – 46), Polonaise-fantaisie in la bemolle maggiore op. 61 (1845 – 46) e Ballata n. 4 in fa minore op. 52 (1841 – 43).

Da oltre trent’anni Riccardo Zadra, svolge una poliedrica attività pianista come pianista solista, camerista, insegnante, ricercatore, autore di saggi, appassionato di crescita personale e sviluppo del potenziale umano. Come solista ha suonato per importanti istituzioni concertistiche internazionali quali la Musikhalle d’Amburgo, il Festival Chopin in Polonia, la RTSI di Lugano, le Serate Musicali di Milano, il Festival pianistico internazionale di Brescia e Bergamo, la Gog di Genova e si è esibito con orchestre prestigiose quali la Symphony Orchestra di Sydney, l’Orchestra sinfonica del Cile, l’Orchestra della RAI, l’Orchestra da camera di Mantova, l’Orchestra Sinfonica Siciliana. Il suo vasto repertorio solistico spazia da Bach a Ligeti; ha eseguito tra l’altro l’integrale dell’opera pianistica di Debussy, comprendente due prime esecuzioni italiane.

I suoi prossimi impegni cameristici prevedono l’integrale dei Trii di Beethoven per la Società del Quartetto di Vicenza. Ha approfondito il repertorio liederistico suonando con il mezzosoprano Lucia Rizzi, i baritoni Dale Duesing e Renato Girolami, il soprano Annelies Hueckl. Collabora regolarmente con i solisti dell’Orchestra da Camera di Mantova e con Antonio Ballista, assieme al quale ha suonato più volte in duo pianistico e sotto la cui direzione si è esibito come solista e camerista nell’ensemble Novecento e oltre. Ha tenuto numerosi concerti con strumenti ad arco, dal duo al quintetto; ha inciso tra l’altro l’integrale delle composizioni per violino e pianoforte di Schumann con il violinista Fulvio Luciani per il canale Classica di Sky e per la rivista Amadeus.


Docente di pianoforte e Direttore del Dipartimento Tastiere presso il Conservatorio di Vicenza,  ha fondato e diretto, dal 1998 al 2013, l’ Accademia pianistica internazionale di Padova, della quale Aldo Ciccolini è stato presidente onorario e che ha formato numerosi pianisti italiani. Da molti anni, con Federica Righini, conduce una originale ricerca sugli aspetti psicofisiologici dell’interpretazione musicale, attraverso l’esplorazione personale di numerose discipline che si occupano dello sviluppo del potenziale umano. A questo scopo ha approfondito numerosi percorsi di sviluppo personale come la Programmazione Neuro-linguistica e il Corso Avatar®, del quale è istruttore autorizzato. Ha pubblicato numerosi articoli e, per le edizioni Curci, il libro “Maestro di te stesso. Guida pratica alla realizzazione personale e artistica del musicista”.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here