Home Cronaca Cronaca Italia

TEATRO DELL’ OPERA DI ROMA. ORCHESTRA E CORO LICENZIATI

0
CONDIVIDI
teatro dell'opera roma

teatro dell'opera romaROMA. 3 OTT. Riccardo Muti non ci sta agli scioperi, questo si sa, e dopo quello ad opera di orchestrali e coristi dell’ Opera di Roma, il consiglio di amministrazione del teatro ha approvato l’ esternalizzazione dell’orchestra e del coro e l’avvio della procedura di licenziamento collettivo.

Questo quanto reso noto dal sindaco, Ignazio Marino, al termine della riunione.

E così si torna alla vecchia figura dell’impresario che, da esterno, fornisce i servizi indispensabili al funzionamento di un teatro: orchestra e coro, badando in primis al proprio interesse.


«Questo  percorso – ha detto Marino – che prima d’ora non era mai stato intrapreso prima nel nostro paese, è l’unico che può, in un momento drammatico per il nostro Teatro dell’Opera, portare a una sua vera rinascita».

Ovviamente la rinuncia del maestro Muti è stata determinante in questa dolorosa decisione anche perché ha determinato la frenata degli abbonamenti nonché la fuga degli sponsor.

Questo procedimento coinvolgerà 182 unità di personale su 460, non riguarda gli altri 278 e purtroppo procede alla cancellazione dell’Aida del 27 novembre.

Mentre si attendono le reazioni dei sindacati del Teatro, Pierfrancesco Pinelli, il commissario  incaricato di esaminare i piani di risanamento presentati dai teatri in crisi (tra cui Roma, con i suoi 30 milioni di debiti pregressi), ha dichiarato di essere stato tenuto al di fuori da questa decisione del consiglio di amministrazione. Francesca Camponero

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here