Sul grande schermo del Teatro Verdi Roberto Bolle nel Gobbo

0
CONDIVIDI
Notre Dame de Paris al Teatro Verdi di Genova
Notre Dame de Paris al Teatro Verdi di Genova
Notre Dame de Paris al Teatro Verdi di Genova

GENOVA. 14 MAR. Domani, Martedì 15 marzo alle ore 16.00 sul grande schermo del Teatro Verdi di Piazza Oriani sarà trasmesso Notredame De Paris di Maurice Jarre. Andato in scena al Teatro alla Scala di Milano nel febbraio 2013, lo spettacolo ha registrato il tutto esaurito. I motivi di tutto questo afflusso a teatro sono stati senza dubbio il fatto che dopo 15 anni fosse ripresa in Scala questa famosa coreografia di  Roland Petit, ma soprattutto l’interpretazione di Roberto Bolle nel ruolo di Quasimodo, il gobbo.

Notre-Dame de Paris è ispirato all’omonimo romanzo di Victor Hugo, su musiche di Maurice Jarre, Petit lo creò nel 1965 per l’Opéra de Paris traducendo con raffinata espressività i complessi e avvincenti eventi che hanno luogo nel cuore della Parigi di Hugo oltre a costituire ancora un canale privilegiato per sviscerare molteplici sfaccettature della sfera psichica.

E infatti è assolutamente una storia attuale dove al centro vi è una donna desiderata da tre uomini. Uno è riamato e gli altri due no. La differenza tra i due innamorati ”respinti” è che uno amando veramente vuole il bene di lei,mentre l’altro solo accecato dal desiderio vuole la distruzione di lei e di chi lei ama.

 

Ed è al personaggio del gobbo, buono e sensibile quanto brutto e deforme, che è stata affidata l’interpretazione del bello per eccellenza, l’etoile Roberto Bolle che ha dichiarato di aver sempre amato il personaggio di Quasimodo. Un ruolo complesso e lontano dai canoni classici del principe romantico che il pubblico, salvo rare eccezioni, è abituato a vedergli interpretare. Una sfida tutta puntata sulla capacità interpretativa che, a questo punto della sua carriera, Bolle si sentiva di poter e dover affrontare. Con lui sul palco Natalia Osipova nel ruolo di Esmeralda e ed Eris Nezha in quell di Frollo .

Introduce la visione, la giornalista critico di danza Francesca Camponero.

Internet: www.teatroverdigenova.it/

LASCIA UN COMMENTO