Successo ad Albissola per Umberto Padovani

0
CONDIVIDI
Una delle sue caricature in mostra
Una delle sue caricature  in mostra
Una delle sue caricature in mostra

SAVONA. 25 LUG. E’ stata un vero successo la bella mostra che Umberto Padovani ha tenuto ad Albissola. Proprio ieri infatti si è chiuso questo interessante appuntamento, dedicato in particolare alla grafica, nella sede del mitico Pozzo Garitta con le belle caricature- ritratto dei grandi artisti che animarono Albisola dal Secondo Dopoguerra fino agli anni Settanta: “ Umberto Padovani- ci ha spiegato la professoressa Antonia Briuglia- artista e collega, di lunga e proficua esperienza nel campo della grafica, dell’animazione, dell’ illustrazione e vignettista, ben ha saputo rappresentare in questa mostra i protagonisti di un periodo florido dell’ Alibissola artistica del passato e quelli del presente. Quella magica “piccola Atene” è stata ben rappresentata da Enrico Baj, Emanuele Luzzati, Mario Rossello, Milena Milani, Aligi Sassu, Eliseo Salino, Asger Jorn, Lucio Fontana, Giovanni e Piero Poggi”.

Reduce dal successo delle personali a Genova e Savona, che hanno avuto migliaia di visitatori, Padovani ha presentato ad Albisola gli artisti ed i personaggi protagonisti del mitico Pozzo Garitta, che hanno caratterizzato e caratterizzano il percorso storico artistico albisolese.

“In mostra c’erano – prosegue la Briuglia- anche i protagonisti della stagione albisolese più recente come Giannici, Moiso, Anselmo, Tullio Mazzotti, Sipsz, Pagliaro e insegnanti del Liceo artistico di Savona come Arturo Bertagnin,Franco Bruzzone, Renata Cuneo, Mario Pollero e Paolo Parini”. Ma proprio per cercare di ricreare l’atmosfera del momento d’oro della ceramica albisolese Padovani non ha disegnato solo artisti o colleghi: “ Insieme a noti galleristi- conclude la Briuglia- come Franco Balestrini e Antonio Licheri, si potevano trovare Giancarlo Berruti, Umberto Ravinale, Giacomo Lusso, Gianluca Nasuti e Nicoletta Negro”.

 

Ad Albisola ha avuto anche grande successo di pubblico ed ha suscitao molto interesse nella critica d’arte a Pozzo Garitta 32, la trentesima edizione della tradizionale Collettiva dedicata alla ceramica: “ Quest’anno – ci ha spiegato Antonio Licheri- la collettiva ha visto i nostri artisti impegnati nella elaborazione della bordolese, la nota bottiglia francese, secondo le più svariate tecniche, nella tradizione della ceramica albisolese”.
CLAUDIO ALMANZI

LASCIA UN COMMENTO