Home Hi-Tech Hi-Tech Italia

STUDIO DELL’ISTITUTO TUMORI DI MILANO SCOPRE PROTEINE ANTOGONISTE NELLA LOTTA AI TUMORI. SI TRATTA DELLA DBC1 E DELLA SIRT1

2
CONDIVIDI

MILANO. 13 AGO. Un gruppo di ricercatori dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, sta portando avanti uno studio sulle proteine DBC1 e SIRT1, arrivando alla conclusione che la DBC1 può far ripartire il meccanismo che porta le cellule tumorali a invecchiare e poi a morire.

Al contrario, la SIRT1 sarebbe una specie di “elisir di lunga vita” per le cellule del tumore.

I ricercatori hanno dimostrato che DBC1 è capace di annullare l’effetto di “eterna giovinezza” della SIRT1. Quest’ultima è coinvolta però anche in altri processi, in particolare è utile nella regolazione del metabolismo e se presente in buone dosi può prevenire obesità e diabete.


A parlarne è Laura Zannini, una ricercatrice dell’Istituto nazionale dei tumori e prima autrice dello studio.

“Abbiamo analizzato linee cellulari umane con tumori e abbiamo individuato il ruolo positivo della DBC1 nella cura del cancro, in particolare il tumore al seno. Nello stesso tempo questa proteina serve per combattere obesità e diabete, dunque un eventuale sbocco terapeutico dovrebbe essere in grado di modulare e localizzare i livelli delle due proteine.
Nel tumore del seno abbiamo visto che entrambe le proteine sono presenti in livello elevato”.

Lo studio, pubblicato sul numero di agosto della rivista Journal of Molecular Cell Biology, sarebbe quello di comprendere il ruolo delle due proteine come marker per il tumore al seno e altri tipi di tumore nell’ottica della diagnosi precoce”.

Allo studio dei ricercatori è la comprenssione di come avviene l’interazione tra le due proteine.

Link alla pubblicazione sul Journal of Molecular Cell Biology

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here