Home Hi-Tech Hi-Tech Mondo

STORIE DI SPIE E SPIONI NEGLI STATI UNITI. LO SCOOP DEL WASHINGTON POST. OBAMA NEL MIRINO

0
CONDIVIDI
nsa sede

nsa-sedeNEW YORK. 8 GIU. La vicenda si starebbe allargando a macchia d’olio e viene sempre più in mente il film “Nemico pubblico”.

Così dopo l’ammissione delle telefonate “spiate” di Verizon, ora saltano fuori anche le altre compagnie quali At&T e Sprintnet.

Ma si va oltre si parla di un’osservazione e di spionaggio da parte dell’NSA (National Security Agency) e dell’FBI, anche per skype, e-mail, file conservati nei pc, foto nei computer o nei telefonini, contenuti dei social media, per arrivare ai video postati su YouTube e la leggenda della nascita di Facebook come sistema di controllo universale si fa sempre più vicina.


Sarebbero state poste sotto osservazione da parte dell’intelligence americana sempre secondo il Washington Post che ha acceso la miccia, anche gli acquisti con le carte di credito e i dati in possesso di Microsoft, Google, Yahoo!ed Apple.

Il tutto per rifarsi al “Grande fratello” o ad “Ocelon” o meglio al nuovissimo “Prism”, il programma super segreto per l’accesso dell’Fbi ai server che sta mettendo davvero in difficoltà ed imbarazzo il presidente Obama.

Intervista WP: 

Ma alla fine come vengono utilizzati questi dati raccolti, come sono i sistemi di analisi dei dati e soprattutto chi controlla i controllori?

Link al WashingtonPost: www.washingtonpost.com/politics/obama-defends-sweeping-surveillance-efforts/2013/06/07/2002290a-cf88-11e2-9f1a-1a7cdee20287_story.html?hpid=z1

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here