ARCHIVIO

Stazione invasa da migranti e divieti per tutti: poliziotto 'razzista' fa rispettare le regole

IMPERIA. 24 LUG. Caos migranti a Ventimiglia. Soste, giacigli ed assembramenti vietati in stazione. Un poliziotto in servizio perde la pazienza e, dopo aver ripetutamente spiegato ad un giovane migrante che lì non può sostare e deve andarsene, alla fine ribadisce "Qui non ci puoi stare" esclamando anche un "Fuori dalle palle" ed aggiungendo un laconico "Sì, sì... tornatene pure nel Burundi".

La scena, però, viene ripresa con un telefonino e pubblicata su Facebook dagli attivisti del "Progetto20K".

Apriti cielo. Si è subito innescata la polemica con quasi 2mila commenti.

Da un lato c'è chi plaude e dice "Grande" al poliziotto che ha perso la pazienza dopo che il migrante non ne voleva sapere di ubbidire all'intimazione del rappresentante delle forze dell'ordine.

Dall'altra, c'è chi si scaglia contro gli atteggiamenti un po' spicci infine usati dal poliziotto e lo insulta per avere fatto il suo lavoro dandogli addirittura del "razzista".

L'agente, che non ha mai aggredito il migrante, alla fine ha ottenuto il suo scopo. Infatti, è riuscito, senza colpo ferire, a far rispettare le regole e l'ordine in stazione.

L'africano, insieme ad altri connazionali, guardati a vista dalla collega del poliziotto e due Alpini del progetto Strade Sicure, se ne sono andati via.

Risultato? Stazione liberata, regole rispettate e passeggeri più tranquilli.

https://www.facebook.com/progetto20k/