Stasera ai Giardini Luzzati debutta I mostri di Alice

0
CONDIVIDI
I mostri di Alice
I mostri di Alice
I mostri di Alice

GENOVA. 30 GIU. Questa sera i Giardini Luzzati saranno la scena di I mostri di Alice, produzione del Teatro della Tosse firmata da Emanuele Conte e Amedeo Romeo.

Come molti dei personaggi degli spettacoli estivi del Teatro della Tosse, Alice è un personaggio in viaggio, il suo, vissuto come un percorso di crescita e di trasformazione. Alice incontrerà personaggi fantastici e spaventosi, figure surreali e poetiche, che, ciascuna a proprio modo, cercheranno di insegnarle qualcosa o  forse le suggeriranno di rimanere al di là dello specchio, dove ancora è possibile conservare la meraviglia della fanciullezza.

Lo spettacolo non è una semplice trasposizione del romanzo di Carroll. Alice nel paese delle meraviglie e Attraverso lo specchio faranno da spunto letterario, e sono il trampolino dal quale partire per costruire un universo fantastico, popolato dai nostri personali incubi.

 

Gli spettatori si sposteranno in cerca dei personaggi della storia, che reciteranno, canteranno, suoneranno e danzeranno per spalancare il loro universo al rovescio davanti agli occhi stupiti del pubblico.

Alice è  interpretata da Lisa Galantini , con lei ci sono anche la Regina Rossa (Enrico Campanati), il Re Rosso (Massimiliano Caretta), la Regina Bianca (Susanna Gozzetti), il Re Bianco (Roberto Serpi), il Cavaliere Bianco (Pietro Fabbri), il Cappellaio Matto (Alessandro Bergallo), Humpty Dumpty (Nicholas Brandon), l’Unicorno (Mariella Speranza), Dimmelo e Dammelo (Marco Lubrano e Alessandro Damerini).

Il personaggio di Carroll è già stato portato in teatro dal regista Emanuele Conte, nello spettacolo Alice nella casa dello specchio, e ha spesso fatto capolino nelle nostre produzioni estive, da solo o in compagnia dei suoi compagni d’avventura.

FRANCESCA CAMPONERO

Biglietti: intero: 15 euro; ridotto: 13 euro; fino 14 anni: 8 euro.

Speciale famiglie (2 adulti + bambini): 10 adulti / 8 bambini.

 

LASCIA UN COMMENTO