Home Cultura Cultura Genova

STABILE. MERCOLEDI 23 OTTOBRE NEL FOYER DELLA CORTE INCONTRO CON I PROTAGONISTI DI “POKER”

0
CONDIVIDI

pokerdusescenalnGENOVA 21 OTT. Dopodomani, mercoledì 23 ottobre, alle ore 17:30 nel foyer del Teatro della Corte si terrà un incontro con il regista e i protagonisti dello spettacolo “Poker” di Patrick Marber. Partecipa Pino Boero, Assessore alla Scuola, allo Sport e alle Politiche Giovanili del Comune di Genova. Conduce Anna Maria Coluccia, giornalista de “Il Corriere Mercantile”. L’ingresso è libero.

“Poker”, in scena fino al 3 novembre al Teatro Duse, è una commedia molto divertente e, nello stesso tempo, disincantata, sulle esistenze non proprio illustri di sei individui accomunati dalla difficile arte del vivere e da una passione viscerale per il gioco delle carte.

Coprodotta dalla “Campagnia Gank” e dal Teatro Stabile di Genova per la regia di Antonio Zavatteri, in collaborazione con Alberto Giusta, “Poker” (in foto di scena) è interpretata da Zavatteri, Giusta e da Massimo Brizi, Aldo Ottobrino, Pier Luigi Pasino e Federico Vanni. Le scene e i costumi sono di Laura Benzi, la versione italiana è di Carlo Sciaccaluga, luci di Sandro Sussi.


Un ristorante nella periferia londinese, Stephen, il proprietario (Federico Vanni), Carl, suo figlio (Pier Luigi Pasino), Frankie e “Pollo”, due camerieri (rispettivamente Aldo Ottobrino e Antonio Zavatteri) e Sweeney, il cuoco (Alberto Giusta): ogni domenica sera, dopo la chiusura e approfittando del lunedì di riposo, questi cinque esseri umani di sesso maschile vanno nello scantinato del locale e giocano a poker tutta la notte, nel corso della quale prendono corpo le loro passioni e le loro speranze si condensano in una sfida reciproca, fatta di segreti sogni di riscatto.

Già nell’attesa di sedere al tavolo verde, le loro storie s’intrecciano, sullo sfondo di una città sovente ostile. Sweeney è separato dalla moglie e soffre per la lontananza dalla figlia, Frankie sogna di volare a Las Vegas e diventare un professionista del poker, “Pollo” vorrebbe aprire un suo ristorante in un ex diurno del Mile End di Londra, mentre Stephen combatte la propria solitudine esistenziale con la settimanale partita che per lui rappresenta anche l’unica occasione d’incontrare il figlio Carl.

Giocatore d’azzardo incallito, Carl arriva nel ristorante soprattutto per incontrare il sesto giocatore, Ash (interpretato da Massimo Brizi), professionista del poker al quale deve una grossa somma che egli non possiede ma che spera di potersi rifare quella notte. Chiuso il ristorante, la partita ha inizio e, in un crescendo di colpi di scena, ciascun personaggio sarà ben presto messo di fronte alla necessità di scegliere.

Scritto nel 1995 dall’allora sconosciuto Patrick Marber (Londra, 1964), “Poker” (dall’originale “La scelta del mazziere”, titolo con il quale il testo fu già portato a Genova nel 2008) possiede già tutte le qualità che hanno reso l’autore uno dei più celebrati drammaturghi britannici contemporanei: humour perfido e tagliente, ritmo incalzante, personaggi spinti fino all’estremo in una situazione senza scampo. Marber non lascia vie d’uscita ai suoi personaggi, in cerca di dare un senso alla propria esistenza che vada oltre le carte da gioco. Il poker è il “bisturi” che espone nude le loro anime, evidenziando illusioni, fallimenti e compromessi.

Per “Poker” sono validi tutti gli abbonamenti (Fisso, Libero e Giovani), oltre che le consuete agevolazioni per studenti e gruppi organizzati in collaborazione con l’Ufficio Rapporti con il Pubblico.

Valida anche per tale spettacolo la promozione “biglietti studenti” al costo di 10 Euro a persona per gruppi di 15 ragazzi con una gratuità per l’insegnante accompagnatore.

Per informazioni e prenotazioni: Alessandra Balestra, Caterina Vox, tel. 010/5342302-307, fax 010/5342511, mail a.balestra@teatrostabilegenova.it e c.vox@teatrostabilegenova.it

Marcello Di Meglio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here