Sport Loano, martedì importante visita del Presidente Comitato Paralimpico Pancalli

0
CONDIVIDI
Luca Pancalli
Luca Pancalli
Luca Pancalli

SAVONA 7 MAG.  Martedì 10 maggio, Loano ospiterà il Presidente del Comitato Paraolimpico Luca Pancalli.
L’atleta paralimpico plurimedagliato visiterà, alla presenza del Sindaco di Loano Luigi Pignocca e dell’Assessore al Turismo, Cultura e Sport Remo Zaccaria, gli impianti sportivi della città, che da ormai diversi anni ospitano grandi eventi.

A metà mattinata incontrerà nella palestra G. Guzzetti gli alunni della scuola primaria, dell’infanzia e della scuola Secondaria di Loano. Sarà un’occasione importante per i ragazzi e i bambini che avranno l’opportunità di conoscere l’esperienza di un grande atleta, che ha continuato a praticare attività sportiva ad altissimo livello, nonostante un incidente lo abbia costretto su una sedia a rotelle.

Luca Pancalli, inizia la sua carriera agonistica nel nuoto e poi approda al pentathlon moderno, la disciplina più articolata, in termini di abilità richieste: tiro a segno, scherma, nuoto, equitazione, corsa. Dopo aver vinto tre campionati italiani giovanili dal 1978 al 1980 conquista un posto in nazionale juniores. Nel giugno 1981, a Vienna dove si reca per un meeting internazionale, riporta un grave incidente durante una gara a cavallo: il verdetto dei medici parla chiaro: frattura delle vertebre cervicali, conseguente lesione spinale e paralisi degli arti inferiori.
Si laurea in Giurisprudenza nel novembre 1988 presso l’università “La Sapienza” di Roma con il massimo dei voti e lode discutendo una tesi in diritto civile e iniziando pure la pratica da procuratore legale e notaio.
Continua a praticare attività sportiva ad altissimo livello nonostante sia costretto su una sedia a rotelle. Partecipa a quattro edizioni dei Giochi Paralimpici: Stoke Mandeville/New York 1984, Seul 1988, Barcellona 1992 e Atlanta 1996, sempre nel nuoto vincendo in tutto otto ori, sei argenti ed un bronzo.
A Seul 1988 conquista tre medaglie d’oro e tre d’argento, stabilendo anche, i nuovi record mondiali nei 50 e 100 stile libero.
Ai mondiali di Assen nei Paesi Bassi accresce il suo palmares sportivo con quattro titoli mondiali: nei 50 stile libero, 200 misti, 50 farfalla e staffetta 4×50 stile libero.
Nel 1993 comincia l’avventura di dirigente sportivo e i primi contatti con il CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano): fonda con Clay Regazzoni la Federazione Italiana Sportiva Automobilismo Patenti Speciali (FISAPS), organismo allora riconosciuto dal CONI quale una delle Discipline associate, di cui è presidente fino al 1996, quando passa a ricoprire l’incarico di vice presidente nazionale della Federazione Italiana Sport Disabili (FISD).
Nel 1996 decide il ritiro dalle competizioni sportive, ma prima si regala ad Atlanta 1996 altre due medaglie d’oro e tre d’argento, meritandosi il primato di essere l’atleta paralimpico più medagliato dell’era moderna.
Diventa avvocato nel 1997. Autore di due manuali di diritto, compendi della normativa vigente in favore dei cittadini disabili, ha pubblicato diversi interventi in materia di diritto sportivo e impiantistica, tenendo, sulle stesse materie, docenze presso le più importanti università italiane.
Nel 2000 è Presidente della FISD, che solo 3 anni dopo, grazie alla sua incessante azione tesa allo sviluppo del Movimento, con Legge dello Stato, diventa Comitato Italiano Paralimpico. Dal 2005 è confermato alla Presidenza del CIP carica che tuttora ricopre.

 

E’ stato membro del Consiglio di Amministrazione del Comitato organizzatore delle Olimpiadi di Torino 2006, mentre oggi è membro del CdA del Torino Olympic Park. Nel 2005 viene eletto Segretario Generale dello European Paralympic Committee, incarico che tuttora ricopre.
Il CONI entra, nel 2005, ancor più decisamente nella sua storia professionale: Luca Pancalliè eletto Vice Presidente, insieme a Riccardo Agabio.
Il passo verso la grande popolarità lo compie l’anno successivo: nel 2006 per lui si aprono le porte della Federcalcio: è nominato Commissario Straordinario, incarico che ricopre fino all’aprile 2007.
Nel settembre del 2009 viene nominato Direttore dell’Istituto di Medicina dello Sport del CONI all’Acqua Acetosa, incarico che mantiene fino al giugno 2013. Nel febbraio 2011 assume l’incarico di Commissario Straordinario della Federazione Italiana Danza Sportiva, che ha termine nel luglio 2012 con l’elezione del nuovo Presidente federale Dall’agosto 2013 all’agosto 2014 è stato Presidente del Settore giovanile e scolastico della FIGC.
Dal marzo 2015 è vice Presidente del Comitato Promotore “Roma 2024” per la candidatura di Roma ad ospitare i Giochi Olimpici e Paralimpici.

LASCIA UN COMMENTO