Spezia, Valentini “Siamo Pronti a Lottare con Chiunque”

0
CONDIVIDI
spezia daspo tifosi
Tifosi dello Spezia
spezia daspo tifosi
Tifosi dello Spezia

LA SPEZIA 10 FEB. Arrivato in Italia nell’estate 2013 per disputare la massima serie con il Livorno, in vista del match in programma domenica pomeriggio, Nahuel Valentini, complice anche la squalifica di Sergio Postigo, si candida ad una maglia da titolare per affrontare proprio la formazione labronica, in una sfida importante sotto tanti punti di vista: “Penso che quella di Perugia non sia stata una partita facile, loro sono un’ottima squadra, venivano dal successo ottenuto sul campo del Crotone ed inoltre ci siamo ritrovati a giocare in inferiorità numerica tutta la ripresa, in seguito alla severa decisione del direttore di gara, che ha scelto di sanzionare con il cartellino rosso l’intervento di Pulzetti, ma tutti possono sbagliare, compresi gli arbitri e noi dobbiamo accettare le decisioni, senza perdere tempo in inutili polemiche.

Al “Curi” siamo stati autori di una gara intelligente, difensivamente abbiamo sbagliato veramente poco, chiudendo tutti i varchi ai nostri avversari e riuscendo anche a creare notevoli pericoli alla porta avversaria nonostante l’inferiorità numerica; nelle ultime quattro partite disputate in campionato abbiamo subito soltanto un gol, dato importantissimo, perchè nella prima parte della stagione abbiamo subito decisamente troppe reti e l’aver sistemato la fase difensiva sarà molto importante in questo girone di ritorno.

Stiamo iniziando a raccogliere i frutti del lavoro quotidiano, non solo dal punto di vista tattico, ma anche sotto l’aspetto fisico, così come ha dimostrato la seconda frazione di Perugia, pertanto dobbiamo proseguire su questa strada, cercando di fare sempre meglio, partita dopo partita.

 

Quando ti trovi in difficoltà, cerchi sempre di dare qualcosa in più e nell’intervallo abbiamo seguito anche i consigli del capitano Terzi, il quale ha spronato la squadra, spingendoci a dare il massimo per mettere in difficoltà i nostri avversari e per provare ad ottenere i tre punti, senza pensare all’inferiorità numerica come un alibi a cui aggrapparsi; questo è un gruppo che ha testa e cuore, che non molla mai e che è pronto a lottare contro chiunque.

Il sistema di gioco lo decide il mister, noi dobbiamo cercare di fare del nostro meglio a prescindere dal modulo, scendendo sempre in campo con l’atteggiamento giusto, con grinta e voglia di vincere; Di Carlo ci ha dato tantissimo sotto tanti punti di vista, io avevo già lavorato con lui a Livorno e personalmente sono cresciuto molto seguendo i suo dettami, così come ora stiamo crescendo tutti insieme. Ripeto, stiamo lavorando tanto e bene, fisicamente stiamo sempre meglio, seguiamo il mister e staremo con lui fino alla fine.

Con il Livorno sarà una partita importante che arriva in un momento in cui entrambe le squadre si stanno rialzando e sono determinate a dare continuità ai recenti risultati positivi; dal canto nostro cercheremo di scendere in campo concentrati per dare il meglio di noi, in modo da regalare a tutto l’ambiente una nuova vittoria. Non dimentichiamoci però che il campionato non finisce domenica, dopo il Livorno ci saranno nuove battaglie da affrontare ed ogni gara sarà importante, pertanto la grinta che metteremo in campo con i granata, dovremo metterla anche nei prossimi impegni.

Il mio passato con la maglia del Livorno? Mi sento più spezzino che livornese, tengo molto a questa città ed a questa gente, e voglio vincere per lo Spezia. Segnare? Il mio compito è di evitare i gol, ma se capitasse sarei sicuramente felice, perchè segnare è sempre una grande emozione, a prescindere dall’avversario.

Playoff? Ora dobbiamo pensare ad una partita alla volta, dimostrando a noi stessi ed al nostro pubblico che questa è una squadra con valori importanti, poi se saremo bravi arriverà il momento di pensare ai playoff, ma per ora ne parliamo il meno possibile.

Il campionato? Davanti corrono forte, c’è il rischio che i playoff non vengano fatti a causa dell’ottimo stato di forma del Pescara, ma ovvio che mi auguro non sia così, in modo da poter lottare fino alla fine per cogliere un traguardo importante”.

LASCIA UN COMMENTO