Spezia, Valentini “Con Determinazione Torneremo a Vincere”

0
CONDIVIDI
" title=
Lo stemma dello Spezia Calcio

LA SPEZIA 3 NOV.  Tornato a far coppia con Felice Piccolo al centro della retroguardia spezzina nel match con la Virtus Entella, Nahuel Valentini ha contribuito a mantenere inviolata la porta difesa da Leandro Chichizola, grazie ad una prestazione impeccabile, con gli attaccanti chiavaresi messi a dura prova e costantemente sotto pressione. Tocca dunque al centrale di Rosario fare il punto sul momento delle Aquile alla ripresa dei lavori: “Questa serie di pareggi ovviamente non ci soddisfa, ma dobbiamo sempre cercare di vedere il bicchiere mezzo pieno, lasciando lontani i pensieri negativi che non ci aiutano a tornare al successo. Credo che la squadra viva comunque un buon momento di forma, il gruppo è unito e con un pò più di convinzione e cattiveria torneremo al successo, tutti insieme dobbiamo dare qualcosa in più alla squadra, non solo gli attaccanti, ma anche i difensori ed i centrocampisti devono trascinare lo Spezia alla conquista dei tre punti.

Abbiamo giocato molto bene sia contro l’Avellino che contro il Modena, con la Virtus Entella sapevamo non sarebbe stata una gara facile, ma abbiamo provato ad imporre comunque il nostro gioco, mentre contro il Cesena, dopo un ottimo primo tempo, nella ripresa abbiamo pagato l’atteggiamento sbagliato e l’essere rimasti in inferiorità numerica; tuttavia non credo che dopo la sfida del “Manuzzi” si sia rotto qualcosa, in un campionato così lungo possono capitare passi falsi del genere, ma dobbiamo restare tranquilli e non farci prendere dall’ansia, perchè abbiamo tutte le carte in regola per tornare al successo.

Anche nella passata stagione abbiamo vissuto momenti difficili, magari tutti si ricordano dell’esaltante finale di campionato, ma nel girone d’andata le cose non andarono sempre nel migliore dei modi e solo mantenendo la calma e concentrandoci sul lavoro riuscimmo ad uscirne; così come nella vita, bisogna saper reagire ai momenti bassi del campionato, facendo le cose semplici e mantenendo l’atteggiamento giusto, così facendo torneranno i risultati.

Non si tratta di un’involuzione, è solo un momento in cui i risultati non ci sorridono, sappiamo che dobbiamo lavorare per migliorarci, ma quello lo abbiamo sempre pensato anche dopo le vittorie, pertanto testa al campo e concentrazione al massimo per la sfida di Trapani.

 

Mister Bjelica nervoso? Non lo vedo così, ci trasmette la sua voglia di vincere, crede tanto in noi e vede che la squadra può dare di più. Sul sistema di gioco credo che possa rispondere meglio il mister, è lui a decidere, ciò che posso dire è che abbiamo una rosa ampia, con giovani interessanti e calciatori esperti, ma nell’ultimo periodo abbiamo avuto diversi infortuni, e ciononostante siamo stati bravi a non perdere punti, altre squadre nelle nostre condizioni non avrebbero raccolto nulla.

I giovani si impegnano sempre al massimo, Karim Rossi ad esempio sta facendo un ottimo lavoro anche se è ancora alla ricerca del primo gol, Azzi, Misic, Acampora, Canadjija e Ciurria son tutti ragazzi che potranno dare una mano a questa rosa e noi “veterani” cerchiamo di dare loro il buon esempio; io sono il primo che cerca di allenarsi al meglio per farmi trovare pronto, cerco di trasmettere la mia determinazione anche ai giovani come Acampora, perchè so che non è facile mantenere il giusto equilibrio mentale quando si gioca poco, ma è così che un professionista deve comportarsi.

Ovvio che quando uno gioca poco non può essere sempre sorridente, ma in estate ho deciso di rimanere qui alla Spezia perchè ho trovato un ambiente fantastico che mi offre la possibilità di giocare il calcio che mi piace, non sono assolutamente pentito di aver detto di no alle diverse offerte arrivate, voglio far bene con questa squadra, è il mio obiettivo ed il mio sogno.

Il Trapani? Solo noi possiamo fare di un avversario quello giusto o quello sbagliato da incontrare; andremo in Sicilia con fiducia e voglia di vincere, sappiamo che il calcio però è l’arte dell’imprevisto, nel rettangolo verde tutto può succedere, pertanto non basta preparare bene la partita, dato che è fondamentale essere pronti ad affrontare ciò che avverrà durante i 90′ di gioco”.

LASCIA UN COMMENTO