Spezia terza volta consecutiva ai play off: stavolta di fronte il Cesena

0
CONDIVIDI
Spezia Calcio
Spezia Calcio
Spezia Calcio

LA SPEZIA 22 MAG.  Per il terzo anno consecutivo lo Spezia concludono la regular season tra le migliori otto, guadagnando così l’accesso ai playoff promozione, che martedì sera vedranno i bianchi sfidare il Cesena sul terreno sintetico del “Dino Manuzzi”. Un risultato assolutamente straordinario per la compagine aquilotta, unica formazione del campionato cadetto ad aver terminato sempre nella parte alta nelle ultime tre stagioni, dato che evidenzia le ambizioni della Società spezzina e che consente alle Aquile di ritagliarsi un ruolo di prestigio nel panorama del calcio italiano.

E pensare che la regular season appena conclusa sembrava non voler decollare, con un girone d’andata chiuso con ventisei punti in cascina, a cinque lunghezze dall’Avellino che in quel momento occupava l’ottava posizione ed a dodici di distanza dal Novara, terzo della classe con trentotto punti, ma era soprattutto la vicinanza ai playout a preoccupare, con l’Ascoli, diciottesimo, distante soltanto tre punti. Tuttavia, al termine del mini-ritiro invernale, la cura Di Carlo, arrivato a fine novembre sulla panchina aquilotta e che già aveva iniziato a risollevare tutto l’ambiente con risultati importanti, primo tra tutti il successo ottenuto in TIM Cup all’ “Olimpico” contro la Roma, ha completamente trasformato il collettivo spezzino, che grazie ai dettami del tecnico di Cassino ed agli innesti arrivati dal mercato, si è compattato, ritrovando certezze, sicurezza e fiducia, divenendo a tutti gli effetti la formazione più temuta del 2016 ed i numeri parlano chiaro.

Ben 40 punti guadagnati nel girone di ritorno, frutto di undici vittorie, sette pareggi e soltanto tre sconfitte, con solo quattordici gol subiti a fronte di ventisei segnati, risultati incredibili, che hanno consentito alle Aquile di compiere una rimonta inattesa per tanti, ma non per gli uomini di Mimmo Di Carlo e per il popolo spezzino, sempre pronto a far sentire la propria voce anche nei momenti più difficili e che giornata dopo giornata ha avvolto con il proprio calore Chichizola e compagni, fino a spingerli alla conquista dell’obiettivo.

 

Ora però non è il momento di fermarsi! La rincorsa è stata lunga, dura e difficile, ma adesso tutto si azzera e davanti al popolo aquilotto ci sono 120′ che possono valere una storica semifinale playoff

LASCIA UN COMMENTO