Home Sport Sport La Spezia

SPEZIA, STROPPA RAMMARICATO “SERVE ESSERE PIU’ CONCRETI”

0
CONDIVIDI

stroppagiovannilnLA SPEZIA 18 NOV. Il Siena ha ragione dello Spezia solo nel finale di gara, motivo di ulteriore rammarico per mister Stroppa, dato che la sua squadra ha offerto sicuramente una buona prova, senza però riuscire a concretizzare la mole di gioco prodotta.:

“Credo che nel primo tempo ed in parte nel secondo, abbiamo fatto un’ottima prestazione, sicuramente dovevamo chiuderla prima, ma abbiamo sbagliato in fase di finalizzazione, non chiudendo le azioni quando dovevamo, subendo così delle ripartenze evitabili e non a caso è arrivato così il gol, subendo un calcio d’angolo in seguito ad un contropiede, maturato su un’azione che avremmo dovuto chiudere, ma dove abbiamo sbagliato l’ultimo passaggio; una volta sotto, non era facile ribaltare il risultato, c’è stato probabilmente anche un pò di scoramento, abbiamo provato a fare qualcosa, ma è arrivato subito il colpo del ko. La prestazione è positiva a metà per quello che riguarda la gestione di palla, dato che spesso non siamo stati bravi a non offrire il fianco su errori di impostazione, nonostante la mole di gioco da noi prodotta, ma dobbiamo continuare così, attraverso il gioco arriveranno anche i risultati, ma davanti dobbiamo essere più cinici ed esser più bravi a tenere la palla. L’espulsione di Baldanzeddu? E’ stato ingenuo, ha fatto due falli sicuramente evitabili, ma non credo abbia influito sul piano del gioco, dato che poco dopo anche loro sono rimasti in dieci, ma credo ci sia stato più un problema di atteggiamento, anche se poi nella ripresa ci siamo allungati perchè davanti non riuscivamo a tenere palla. Non guardo la classifica, guardo le prestazioni, dato che se guardiamo al gioco espresso quella di oggi è sicuramente un passo in avanti, ma c’è molto da lavorare a partire dall’aspetto della gestione di palla soprattutto in attacco perchè non possiamo permetterci di avere una superiorità numerica senza andare a concludere un’azione da gol, probabilmente dobbiamo lavorare in questo. Mi dispiace, potevamo essere più bravi in alcune occasioni, mi viene in mente quella capitata a Sansovini, ma ripeto, l’errore è quello di concedere ripartenze quando si ha la possibilità di andare a concludere, ci vuole una gestione palla diversa, siamo bravi, ma quando da una superiorità numerica in attacco, perdi palla e subisci un’inferiorità numerica in difesa, questo non mi sta bene”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here