Home Cronaca Cronaca La Spezia

A SPEZIA SEQUESTRATI TESSUTI PROVENIENTI DALLA CINA PER 600.000 EURO

0
CONDIVIDI
gdf e dogana spezia

gdf e dogana speziaLA SPEZIA. 21 NOV. I funzionari dell’Ufficio della Dogane di La Spezia, al termine di una lunga attività di analisi dei flussi merceologici provenienti dalla Repubblica Popolare Cinese e che ha richiesto la collaborazione dell’autorità doganale cinese, hanno accertato diversi episodi di contrabbando aggravato mediante sotto fatturazione di merci di origine cinese (nello specifico, di rotoli di tessuto) a carico di un operatore economico, di cittadinanza cinese residente in Prato.

In particolare, tale imprenditore è stato denunciato dai funzionari doganali alla Procura della Repubblica della Spezia per numerosi episodi di commessi in La Spezia, Livorno, Malpensa e Napoli mediante presentazione, in allegato alle diverse dichiarazioni di importazione, di fatture di acquisto alterate negli importi per fare apparire un valore imponibile inferiore rispetto al reale.

Nel corso delle successive perquisizioni, condotte congiuntamente dai funzionari doganali spezzini e dalla Polizia Municipale di Prato, è stata ritrovata buona parte della merce importata illegalmente in Italia.


Sono stati così posti in sequestro preventivo n. 5.092 rotoli di tessuto per un controvalore stimato di oltre € 600.000, in vista della loro successiva confisca obbligatoria prevista dall’art. 301 T.U.L.D., tenuto conto che il soggetto ha evaso la fiscalità di confine per oltre € 255.000.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here