Spezia-Modena, Di Carlo “Soddisfatto della prima gara ufficiale”

0
CONDIVIDI
Il mister dello Spezia Di Carlo
Di Carlo
Di Carlo

LA SPEZIA 7 AGO.  Al termine della prima uscita ufficiale delle Aquile versione ’16/’17, è un soddisfatto Mimmo Di Carlo quello che si presenta nella sala stampa del “Picco”: “Mi sono piaciuti l’atteggiamento e la voglia di provare quanto chiesto durante la settimana, giocando spesso e volentieri palla a terra, con semplicità e determinazione; siamo soltanto al 6 agosto, ma abbiamo lottato fino al 93′ e questo è un ottimo segnale.

Buona la prima, siamo felici di esserci regalati l’accesso al Terzo Turno dove troveremo l’Udinese, una squadra che da anni è tra le protagoniste della Serie A; bisognerà sbagliare il meno possibile e saranno importanti le seconde palle e le ripartenze, pertanto cercheremo di mettere in campo una formazione adatta al match, anche se alla fine sarà l’atteggiamento a fare la differenza, indipendentemente da chi giocherà.

Nella ripresa ho provato qualcosa di diverso, inserendo Nenè in coppia con Iemmello e poco dopo cambiando disposizione con l’ingresso di Galli, in modo da consentire agli attaccanti di tornare di meno e di dare maggior respiro al centrocampo; la difesa a tre è una possibilità, non dimentichiamo che in panchina avevamo Ceccaroni che viene da una stagione strepitosa con i tre centrali, ma sappiamo che manca ancora un centrale per completare la difesa ed entro la fine del mercato arriverà.

 

Abbiamo due attaccanti forti, oltre a Okereke che è ancora giovane ma con grandi qualità; Iemmello deve dimostrare in Serie B, ma è partito bene, Nenè ha un curriculum che parla da solo, ma è l’atteggiamento di tutti la squadra che oggi mi è piaciuto e voglio sottolinearlo, perchè per un allenatore vedere la sua squadra riproporre quanto provato in settimana è motivo di grande soddisfazione.

Nella quarta settimana lavoreremo sul breve e con meno recupero, faranno un po’ più di fatica per gli scatti e i cambi di direzione, ma sarà un lavoro che ci ritroveremo nelle gambe; quattro settimane di lavoro intenso sono indispensabili per arrivare al campionato nella miglior condizione, l’obiettivo è mantenere l’80% della forma per tutto il campionato e se si ha a disposizione una rosa di qualità con i giusti ricambi, è possibile”.

LASCIA UN COMMENTO