Spezia-Modena, Di Carlo “Giocato con intensità elevata”

0
CONDIVIDI
Mimmo Di Carlo
Mimmo Di Carlo
Mimmo Di Carlo

LA SPEZIA 13 MAR.  Decimo risultato utile consecutivo e grande soddisfazione per Mimmo Di Carlo, che anche contro il Modena ha visto i suoi giocare con il coltello tra i denti, proprio come chiede il tecnico cassinate: “Sicuramente oggi lo Spezia ha giocato con un’intensità elevata per tutta la durata dell’incontro, creando numerose occasioni da gol e giocando fin dalle prime battute con il giusto atteggiamento, proprio come chiedo sempre ai miei ragazzi; la coesione che si sta creando nell’ambiente è quella giusta per vivere al meglio quest’ultima parte di campionato, tutte le parti spingono dalla stessa direzione e la squadra ne giova, riuscendo ad interpretare gare come quella di oggi.

Il mio compito è quello di tenere la tensione sempre alta, i ragazzi mi stanno aiutando in questo, dimostrando di avere la mentalità vincente che serve in Serie B e mettendo in mostra sacrificio, concentrazione e grinta, determinati a vincere sempre, a prescindere dall’avversario di turno; andiamo avanti per la nostra strada un passo alla volta, consci di avere un gruppo forte nel quale tutti lottano per raggiungere un obiettivo comune, così come oggi hanno dimostrato Catellani, Kvrzic e Nenè, esempi di una squadra unita ed ambiziosa.

I ragazzi fisicamente stanno bene, ma ciò che conta di più è la testa che ad oggi funziona benissimo; la squadra però non vuole accontentarsi, tutti insieme vogliamo prolungare il più possibile questo periodo positivo e di sicuro risultati come quello di oggi ci aiutano ad aumentare la fiducia nei nostri mezzi.

 

Pulzetti? Questa mattina ha accusato un problema al ginocchio e non abbiamo voluto rischiarlo, così accanto a Sciaudone ed Errasti ha giocato Acampora, che pur colpito duro durante la prima frazione ha saputo stringere i denti, lottando come di consueto; tuttavia oggi credo sia doveroso parlare solo del collettivo e non dei singoli, perchè anche contro il Modena il gruppo ha dimostrato di condividere il pensiero dello staff, lottando con cattiveria e concentrazione fino al 93′.

La salvezza? Quota 50 punti è stata toccata, complimenti alla squadra perchè nel giro di tre mesi ha saputo cambiare mentalità e modalità di lavoro, ottenendo risultati positivi come forse in pochi si sarebbero aspettati; celebrare le vittorie piace a tutti, ma la classifica è ancora molto corta, non possiamo sederci sugli allori, bensì dobbiamo prepararci fin da domani per la prossima battaglia.

La difesa? I pochi gol subiti sono un ottimo segnale, ma il merito è dell’atteggiamento di tutta la squadra e finchè metteremo in campo quanto fatto vedere nelle ultime uscite sarò tranquillo, ma quando l’atteggiamento cambierà, toccherà a me intervenire per ripristinarlo”.

LASCIA UN COMMENTO