Spezia-Latina, Di Carlo “Dare Continuità ai Risultati”

0
CONDIVIDI
Mimmo Di Carlo
Mimmo Di Carlo
Mimmo Di Carlo

LA SPEZIA 12 DIC. Consueta conferenza stampa pre-gara per il tecnico aquilotto Domenico Di Carlo, che alla vigilia del match con il Latina, fa il punto sulla condizione fisica e mentale del gruppo dopo il ritorno al successo nella sfida disputata mercoledì sera contro il Vicenza: “Sicuramente oggi sarà un giorno decisivo per le scelte in vista di domani, stiamo giocando ogni tre giorni pertanto non è facile essere sempre al top, già nel finale della gara di mercoledì abbiamo iniziato a risentire un pò della stanchezza, ma cercheremo comunque di mettere in campo una squadra che riesca a dare quella continuità che stiamo ricercando, in modo da migliorare ulteriormente la nostra classifica, che attualmente non dobbiamo guardare, ma che deve essere necessariamente mossa con continuità.

Abbiamo iniziato un percorso che deve portarci ad uscire da questa situazione, nelle ultime gare abbiamo iniziato a cogliere risultati importanti che mancavano da troppo tempo, ovvio però che nulla è ancora stato fatto, non dobbiamo perdere la concentrazione e fare del nostro meglio per affrontare il Latina, una squadra quadrata, con elementi forti e desiderosa di riscattarsi dopo la sconfitta di Chiavari: non sarà una partita facile, ma noi cercheremo di giocare a ritmi alti fin dal fischio d’inizio.

Situazione infortunati? Juande e Martic sono tornati in gruppo, Errasti invece non è ancora al 100%, ma comunque è un buon segnale in vista dei prossimi impegni, perchè ci consente di avere qualche alternativa in più; chiunque giocherà al posto dello squalificato Brezovec farà bene, anche perchè ho a disposizione un gruppo che giorno dopo giorno lavora con grande abnegazione, nessuno si risparmia, ed è importante come la voglia di vincere non si sia assolutamente placata con il successo ottenuto sul Vicenza, bensì siamo tutti assolutamente determinati a fare bene anche nelle prossime gare, mettendo in campo le nostre qualità ed il giusto atteggiamento. Chiunque gioca in questa squadra deve dare il 100% e deve aver voglia di impegnarsi, sacrificarsi e combattere, fino ad ora è stato così e ciò non deve cambiare.

 

Fino alla terza partita in pochi giorni abbiamo lavorato inserendo piccole pillole di lavoro, ma passata la sfida con i veneti, ora l’importante è gestire le energie sia fisiche che mentali, riposare bene, recuperare e cercare di fare in modo che le motivazioni facciano la differenza; a livello medico e di alimentazione ho trovato una società molto organizzata, ho condiviso molte cose che erano già in voga prima del mio arrivo, normale che magari tra un mese, quando torneremo a lavorare dopo la pausa, qualcosa potremmo anche variare, ma quello lo valuteremo insieme.

Sto ancora cercando di conoscere bene tutti i calciatori che ho a disposizione, di certo sul piano del lavoro sarà necessario attendere almeno un mese pieno per iniziare a vedere una squadra che anche tatticamente rispecchi a pieno ciò in cui credo, mentre dal punto di vista della compattezza basta guardare i gol subiti ed i gol fatti, migliorare da questo punto di vista per noi è un obiettivo.

Voglio che la gente capisca anche chi è l’uomo Di Carlo e qual’è il mio pensiero, purtroppo non ho tempo per girare per la città e conoscere le persone, così in questo primo momento mi sono affidato ai social per avere un maggior contatto con i tifosi, per me è fondamentale, anche se poi deve essere il campo a parlare.

Il Latina? Hanno due giocatori squalificati, di certo verranno rimpiazzati da altrettanti più freschi, ma non dobbiamo guardare ai nostri avversari, bensì pensare a noi stessi e cercare di fare del nostro meglio per provare a portare a casa l’intera posta in palio; in mente abbiamo tre soluzioni, domani vedremo quale adottare, ma l’importante sarà giocare da squadra con la S maiuscola.

Cagliari e Crotone sono due squadre che stanno correndo forte, di certo anche qualche episodio è girato a loro favore, ma per il momento i numeri dicono che sono loro le favorite principali alla promozione diretta, il campionato però è lungo e complicato, tutto può ancora succedere”.

LASCIA UN COMMENTO