Home Sport Sport La Spezia

Spezia, il patron Volpi “Entusiasmo sempre maggiore”

0
CONDIVIDI
Gabriele Volpi

LA SPEZIA 29 LUG.  Grande entusiasmo per l’avvento del Presidente Onorario Gabriele Volpi sul terreno del “Lunezia”, accolto dagli oltre mille tifosi giunti sugli spalti dell’impianto pontremolese per il terzo ed ultimo impegno in Lunigiana degli aquilotti di Fabio Gallo: “Il Presidente Chisoli, il Vicepresidente Corradino, l’AD Micheli, il DS Andrissi ed il mister Fabio Gallo sono persone che godono della mia massima stima e sono convinto che lo Spezia saprà farsi valere anche quest’anno.

Ricordo bene quando arrivai nel Golfo dei Poeti, si parlava di Serie C in cinque anni, ma dopo una stagione in D, una in Seconda Divisione e due in Prima siamo arrivati addirittura in Serie B, attestandoci sempre tra le migliori e ciò deve essere motivo di orgoglio e soddisfazione per tutti.

Molte situazioni sono state ingigantite, spesso il mio nome viene accostato ad altre realtà e lo Spezia “messo in vendita”, ma la verità è che Gabriele Volpi non compra e non vende nulla e sul territorio si affida ad esperti come Chisoli, Micheli, oltre che alla parte tecnica; io sono esperto nella logistica del petrolio, nell’ambito calcistico, qui come a Rijeka, delego professionisti che sappiano gestire al meglio le finanze messe a disposizione.


L’entusiasmo? Io sono sempre entusiasta e non credo vi siano tanti presidenti in Europa che abbiano investito così tanto come Spezia e Rijeka, e non parlo soltanto di mercato, ma anche di strutture.

Credo che andare in Serie A sia molto difficile per tutti, la Serie B è un campionato lungo ed ostico, dove non sempre spendere tanto significa automaticamente essere promossi, anzi, le ultime stagioni hanno dimostrato esattamente il contrario; da parte nostra non è giusto dire che le spese sono state ridotte, bensì sono state aggiustate, cercando di riportarle nei parametri che il mercato di Serie B sancisce.

Ripeto, probabilmente in passato oltre che tanto si è speso male, ma al momento, con gli attuali dirigenti, le finanze sono sotto controllo e dubito che in Serie B ci siano squadre che abbiano speso più di noi negli ultimi dieci anni almeno; noi teniamo allo Spezia e vogliamo che tutto l’ambiente capisca ciò che stiamo facendo.

Quest’anno non voglio fare pronostici, io continuo a sognare, mi piace vincere sempre, ma il calcio non è uno sport matematico, bisogna avere pazienza, lavorare in maniera intelligente, avere fiducia e crederci sempre; la Società è disposta a fare qualunque tipo di sacrificio per il bene dello Spezia.

Ho visto tutte le partite, purtroppo vivo lontano per motivi di lavoro, ma dopo ogni gara ho avuto modo di conversare con chi quotidianamente è a contatto con la realtà spezzina; non appena potrò tornerò al “Picco”, mi fa piacere vedere tanto affetto come quello che anche oggi ho potuto constatare”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here