Spezia, Errasti “La Squadra Prima di Tutto”

0
CONDIVIDI
spezia daspo tifosi
Tifosi dello Spezia
spezia daspo tifosi
Tifosi dello Spezia

LA SPEZIA 16 FEB.  All’indomani della netta affermazione aquilotta sui rivali del Livorno, tocca al basco Jon Errasti, tra i migliori in campo, portare la sua grinta ed il suo immancabile sorriso nella sala polifunzionale del C.S. “Bruno Ferdeghini”: “Siamo tutti veramente contenti per la vittoria ottenuta ieri, non solo perchè si tratta un successo importantissimo ai fini della classifica, ma anche perchè sapevamo quanto ci tenesse tutto l’ambiente e vincerla dominando fin dal fischio d’inizio è stata un’iniezione di fiducia importante; stiamo iniziando a raccogliere i frutti del lavoro svolto in tutti questi mesi, specialmente si sta palesando quanto fatto nel periodo di sosta e questo è motivo di soddisfazione per tutti noi.

Siamo stati superiori sotto tutti i punti di vista, scendendo in campo con il giusto atteggiamento e non consentendo ai nostri avversari di ragionare, evitando che riuscissero a mettere in campo l’entusiasmo derivante dalle due vittorie consecutive conquistate nelle giornate precedenti; siamo particolarmente contenti di esser riusciti a dare continuità ai risultati, in questo modo il nostro obiettivo è sempre più vicino.

Personalmente posso essere molto soddisfatto per essermi guadagnato una maglia da titolare nelle ultime uscite, ma io faccio parte di una squadra e la cosa che più mi interessa è che lo Spezia ottenga i migliori risultati possibili, a prescindere dal fatto che io sia o meno in campo; sicuramente il buon momento attuale consente al mister di cambiare senza problemi, infatti quando una squadra va bene è più facile per tutti dare il proprio contributo, mentre quando il collettivo fatica, per chi gioca meno è più difficile lasciare la propria impronta ed aiutare i compagni.

 

Il successo di ieri, così come tutta la recente striscia positiva, rappresenta un risultato importante che ci consente di recuperare fiducia in noi stessi e di ricucire il rapporto con i nostri tifosi, che inevitabilmente dopo la partita con l’Alessandria aveva subito un brutto colpo; dopo la sconfitta in TIM Cup tutto l’ambiente era deluso, noi in primis, ma non ci siamo lasciati abbattere, bensì abbiamo fatto quadrato, continuato a lavorare con grande determinazione e serietà, vogliosi di riscattarci e di regalare tante gioie al nostro pubblico.

Quando i risultati arrivano tutto è più semplice, la fiducia in se stessi aumenta ed anche il fisico risponde meglio, pertanto la condizione atletica cresce, il lavoro quotidiano viene assimilato meglio e nulla sembra impossibile con il passare dei giorni; nel calcio però non bisogna mai abbassare la guardia, nel girone d’andata d’altronde eravamo in lotta per il primato, prima di entrare in un lungo tunnel senza risultati positivi, pertanto restiamo umili e continuiamo a migliorarci con il lavoro quotidiano, seguendo le direttive di mister Di Carlo.

Dopo tre mesi di lontananza, siamo tornati nuovamente in zona playoff, ma anche se è da sempre il nostro obiettivo, ora non dobbiamo deconcentrarci e continuare a pensare esclusivamente ad una partita alla volta, pertanto testa al Lanciano, perchè non sarà assolutamente facile e dovremo impegnarci al massimo per cogliere l’intera posta in palio; dobbiamo rimanere umili e concentrati, sabato sarà una partita fondamentale per il prosieguo e posso garantire che, anche se l’avversario non sarà il Livorno, le motivazioni non mancheranno e cercheremo di dimostrare ancora una volta tutto il nostro valore.

Il mister arrabbiato nel finale di gara? Di Carlo ci sprona sempre a fare del nostro meglio ed è normale che non abbia apprezzato appieno il finale di gara, dato che avremmo dovuto gestire meglio il possesso per tutti e 90′, ma anche quello è un aspetto su cui stiamo lavorando e la fortuna di questo gruppo è quella di non tirarsi mai indietro, impegnandosi sempre al massimo per fare ulteriori passi in avanti.

La difesa? Il reparto arretrato sta dando segnali importantissimi ed una difesa ermetica, a prescindere se si tratti di Italia o Spagna, è sempre allla base di una squadra vincente.

Vignali? Siamo tutti molto contenti per lui, è un ragazzo nato e cresciuto in questa città e con la maglia bianca indosso, che si allena sempre al massimo delle proprie possibilità e che ha saputo sfruttare al meglio le opportunità che gli sono state concesse, pertanto gli auguro che possa continuare così. Sciaudone e Pulzetti? Innesti fondamentali per il nostro centrocampo, hanno portato esperienza, qualità e carattere e ci daranno una grande mano per centrare l’obiettivo fissato ad inizio stagione.

Io via dallo Spezia? Non ho mai pensato una cosa simile! L’unico pensiero è sempre stato quello di lavorare duramente per sfruttare le opportunità, questo è il mio lavoro e cerco sempre di farlo al meglio, rispettando le scelte dell’allenatore ed augurandomi soltanto il bene della squadra”.

LASCIA UN COMMENTO