Spezia, Capitan Terzi “Dobbiamo Riconquistare i Tifosi”

0
CONDIVIDI
Il difensore Terzi capitano dello Spezia
Il difensore Terzi capitano dello Spezia
Il difensore Terzi capitano dello Spezia

LA SPEZIA 26 GEN. Tocca al capitano aquilotto Claudio Terzi presentarsi nella sala polifunzionale del C.S. “Bruno Ferdeghini” alla ripresa dei lavori, dopo i due giorni di riposo concessi da Mimmo Di Carlo in seguito al tour de force conclusosi sabato con l’importante successo del “Piola”: “A Vercelli sapevamo che non sarebbe stata una sfida facile, non solo per le condizioni del terreno di gioco e per le qualità dell’avversario, ma anche dal punto di vista psicologico, dato che venivamo dalla sconfitta in TIM Cup ed un risultato negativo sarebbe stato veramente difficile da digerire.

Al “Piola” siamo stati bravi, siamo scesi in campo con il giusto atteggiamento, abbiamo rischiato pochissimo ed una volta che i nostri avversari sono rimasti in dieci uomini, siamo stati bravi a sfruttare al meglio la situazione, cogliendo una vittoria veramente importante, che ci permette di risalire la classifica e di lavorare con serenità in vista della Salernitana.

Il sintetico? In questa stagione i terreni artificiali non ci avevano premiato, basta ricordare le prove di Trapani, Cesena e Novara, ma al “Piola” siamo stati sempre attenti ed aggressivi, abbiamo interpretato bene la gara, e ad eccezione di qualche palla inattiva, non abbiamo mai corso pericoli, questo è un dato importante.

 

La sconfitta con l’Alessandria? C’erano tante aspettative da parte di tutto l’ambiente, merito anche del successo ottenuto in casa della Roma, ma non siamo riusciti a soddisfarle, cedendo davanti al nostro pubblico contro un avversario tosto, determinato e con valori degni della Serie B; dispiace davvero tanto non esser riusciti a raggiungere la semifinale, forse pensavamo che un gol bastasse e dopo una buona partenza non siamo riusciti a continuare la gara con lo stesso piglio, pur creando diverse occasioni pericolose, mentre i nostri avversari hanno spinto fino alla fine, riuscendo a ribaltare il risultato.
I giorni successivi alla sconfitta non sono stati facili, ci siamo guardati negli occhi ed abbiamo fatto il massimo per vincere a Vercelli, anche perchè non c’è niente di meglio che una vittoria per lasciare alle spalle un risultato negativo; sappiamo però che un solo successo non può bastare, dobbiamo riconquistare i nostri tifosi perchè uniti possiamo centrare i nostri obiettivi, ma per farlo dovremo cogliere diversi risultati positivi ed offrire prestazioni convincenti, sbagliando il meno possibile e dando sempre il massimo.

Se abbiamo soltanto 30 punti è evidente che qualche limite al momento ci sia, ma stiamo cercando di lavorare su tanti aspetti, compreso quello mentale, determinati a migliorarci gara dopo gara; ad oggi ci troviamo a quattro punti dai playoff ed a sei dai playout, ma sappiamo che in questo campionato basta una serie di risultati positivi per rientrare con decisione nelle posizioni che contano, pertanto in primis dovremo pensare a cogliere i tre punti tra le mura amiche, cercando poi di cogliere buoni risultati anche in trasferta, così come abbiamo fatto a Vercelli.

Con mister Di Carlo abbiamo perso soltanto due partite in campionato, con il Crotone alla prima e ad Ascoli, dove sicuramente, anche a causa della stanchezza, abbiamo completamente sbagliato il secondo tempo, ma per il resto il cammino è positivo, anche se vogliamo vincere di più e stiamo lavorando per riuscirci.

La fase difensiva? Ovvio che con un centrocampista in più la difesa sia più schermata, ma dobbiamo essere bravi ad interpretare al meglio i vari sistemi di gioco; dispiace aver preso tanti gol fino ad ora, ma analizzando nel dettaglio si può vedere come la maggior parte sia stata subita in un ristretto numero di gare, come Trapani o Cesena.

I rigoristi? Abbiamo sempre rispettato le direttive del mister, è giusto seguirle e cerchiamo sempre di infondere tranquillità a chi si accinge a presentarsi sul dischetto.

Il mercato? Chi arriverà farà sicuramente bene. Bolzoni? Con lui ho giocato sia a Siena che a Palermo, ha qualità importanti ed in Serie B può sicuramente fare la differenza, pertanto se dovesse arrivare sarebbe siuramente il benvenuto.

La Salernitana? Squadra difficile da affrontare, vengono da una vittoria importante ed in questo mercato hanno cambiato davvero tanto, ma noi dobbiamo ripartire dall’umiltà messa in campo a Vercelli, compatti e propositivi, così facendo potremo vincere e continuare a risalire in classifica”.

LASCIA UN COMMENTO