Spezia, Bjelica “Voglia di Vincere Determinante”

0
CONDIVIDI
L'ex tecnico dello Spezia Bjelica
Il tecnico dello Spezia Bjelica
Il tecnico dello Spezia Bjelica

LA SPEZIA 27 SET. Secondo successo in due gare disputate al “Picchi” per Nenad Bjelica, che grazie alle reti di Situm e Calaiò coglie la terza vittoria consecutiva, terminando a punteggio pieno la settimana “terribile” che vedeva i bianchi impegnati contro Salernitana, Perugia e Livorno. Ora le Aquile hanno agguantato il Cesena al terzo posto, ma per il tecnico croato non è ancora tempo per pensare alla classifica, bensì per concentrarsi sul campo e sui prossimi impegni di un campionato assai lungo e difficile: “E’ stata una partita molto difficile, così come ci aspettavamo. Nella prima frazione siamo riusciti a tornare negli spogliatoi in vantaggio, ma non meritavamo di condurre, perchè abbiamo concesso troppo ai nostri avversari, mentre nella ripresa siamo stati più bravi, portando anche dalla nostra parte la fortuna che magari era mancata in altre partite. Il calcio è anche questo, noi dobbiamo cercato di continuare a lavorare come sappiamo, rimanendo concentrati e sapendo che la strada è ancora molto lunga.

Il gol subito è l’ unico errore commesso nel corso della seconda frazione, ma dobbiamo anche dire che nel primo tempo non abbiamo difeso come volevo, lasciando troppo spazio a Luci e Schiavone ed andando spesso in difficoltà; nella ripresa invece abbiamo attaccato i loro centrocampisti, mettendo maggiore pressione ai nostri avversari e concedendo soltanto lo spazio per il gol di Pasquato.

La formazione iniziale? Se faccio giocare Acampora è perchè lo merita e lo stesso discorso vale per Ciurria o per Canadjija: io non regalo nulla a nessuno; sono contento di quanto fatto dai giovani, ma anche da chi nelle ultime partite non aveva giocato titolare, come Martic e Nenè. Sappiamo che Situm riesce ad essere maggiormente pericoloso partendo dalla sinistra, ma lo stesso vale per Catellani, sono entrambi calciatori che si adattano molto bene alle varie situazioni e lo dimostra il fatto che oggi Mario ha trovato il gol pur schierato sulla corsia opposta. Situm è un calciatore fortissimo, meriterebbe la convocazione in nazionale, ma purtroppo si guarda solo a chi gioca in Serie A o nei campionato maggiori per indossare la maglia della selezione maggiore croata.

 

Il Livorno? E’ una squadra forte, ci ha messo in difficoltà e l’unica sorpresa iniziale è stato l’inserimento di Jelenic tra i titolari, un calciatore con grandi qualità, sostituito nella ripresa per far posto ad un altro giocatore di livello come Pasquato, che ha dimostrato anche oggi di avere grandi colpi.

Cosa ha fatto la differenza? Abbiamo sempre creduto nella vittoria, volevamo regalare una grande gioia ai nostri tifosi, ci siamo riusciti e siamo soddisfatti. Le statistiche? Per me non sono importanti, questo Spezia è diverso dal passato, vogliamo vincere sempre e cercheremo di fare del nostro meglio in ogni occasione, a Livorno come in qualsiasi altro stadio”.

LASCIA UN COMMENTO