Spezia, Bjelica “Strada Tracciata Quella Giusta”

0
CONDIVIDI
L'ex tecnico dello Spezia Bjelica
Il tecnico dello Spezia Bjelica
Il tecnico dello Spezia Bjelica

LA SPEZIA 27 OTT.  Dopo il pareggio casalingo di sabato contro l’Avellino, lo Spezia è chiamate alla difficile trasferta di Modena, in programma questa sera alle 20:30 sul terreno del “Braglia”, stadio solitamente ostico per la compagine spezzina, ma da cui Nenad Bjelica vuole ripartire, cercando di cogliere quanto mancato nelle ultime due uscite: “Ieri abbiamo svolto un allenamento nel quale quasi tutti si sono allenati, esclusi Situm e Brezovec che hanno riposato in seguito ad alcuni colpi subiti contro l’Avellino, ma non dovrebbero avere problemi per la gara di domani; per il resto al “Braglia” tornerà Postigo dopo la squalifica, Tamas, Ciurria e Migliore invece non saranno ancora ancora a disposizione, speriamo di recuperarli in vista della gara di domenica.

Con i ragazzi abbiamo ovviamente parlato della partita, siamo coscienti di aver fatto una buona gara, ma nel calcio non sempre vince chi merita, e la sfida contro l’Avellino ne è un esempio; dobbiamo soltanto preoccuparci di continuare a lavorare come abbiamo fatto fino a questo momento, rimanere concentrati e pensare esclusivamente al rettangolo verde, perchè la strada è quella giusta, ora bisogna soltanto riportare la fortuna dalla nostra parte.

Sabato siamo stati autori di un ottimo primo tempo, ma ciononostante siamo tornati negli spogliatoi sotto di una rete, mentre nella ripresa non siamo riusciti ad iniziare come avremmo voluto in seguito al cambio di modulo dei nostri avversari, mossa che ci ha costretto a prendere nuovamente le misure, ma alla fine abbiamo comunque creato diverse occasioni pericolose, trovando il meritato gol del pareggio e sfiorando più volte il gol del ko. La squadra ha dimostrato di saper reagire anche ad una brutta sconfitta come quella di Cesena, i ragazzi sono entrati sul campo convinti e determinati, senza alcun timore, ed hanno fatto il possibile per riscattarsi davanti ai propri tifosi, pertanto è un peccato che al termine della gara sia arrivato soltanto un punto, ma l’atteggiamento e la condizione della squadra ci rende ottimisti per i prossimi impegni.

Problemi di condizione? Dal punto di vista fisico se l’ultima volta che abbiamo giocato tre partite in una settimana abbiamo colto 9 punti vuol dire che stiamo bene, ma è anche vero che forse è mancata un pò di freschezza, con alcuni calciatori che al momento non versano ancora nella condizione della passata stagione, ma solo perchè quest’anno abbiamo svolto carichi di lavoro più pesanti, in modo da essere pronti al 100% quando il torneo entrerà nel vivo. Ad ogni modo i primi tempi con Cesena ed Avellino rappresentano segnali importanti, vuol dire che la condizione migliora giorno dopo giorno.

 

Juande? E’ un calciatore molto importante per noi, lui ha tecnica, tranquillità ed intelligenza, è fondamentale averlo in coppia con Brezovec, ed anche se magari, fino a questo momento, non ha giocato ai livelli che tutti noi abbiamo potuto apprezzare la scorsa stagione, è sempre stato in grado di dare equilibrio alla squadra e questo è per me importantissimo; ovvio che ho Errasti a disposizione, un calciatore con grande esperienza e talento, che ha tutto per ritagliarsi un ruolo importante in questa squadra.

Nenè e Calaiò insieme? Hanno giocato insieme nella seconda frazione di sabato, quando in campo c’era anche Catellani e la squadra schierata con un 4-3-1-2 , ma vedo questa soluzione come una carta da giocare solo in certi frangenti, non certo dall’inizio.

Il Modena è una squadra che gioca con un 4-3-3, che davanti può contare su calciatori esperti, una squadra storicamente difficile da affrontare per lo Spezia, ma noi domani vogliamo giocare al massimo, imporre subito il nostro ritmo e cercare di cogliere il massimo risultato possibile”.

LASCIA UN COMMENTO