Spese pazze, a metà aprile Scialfa, Delucchi e Fusco alla sbarra

0
CONDIVIDI
Istruttore di arti marziali di Rapallo condannato per molestie sessuali ai danni di due allieve sedicenni
L'ingresso principale del Tribunale di Genova: a metà aprile via al dibattimento per una tranche dell'inchiesta Spese pazze
L’ingresso principale del Tribunale di Genova: a metà aprile via al dibattimento per una tranche dell’inchiesta Spese pazze

GENOVA. 8 MAR. Se per il cibo per gatti, i viaggi a scrocco ed altro degli ex consiglieri Idv Maruska Piredda e Stefano Quaini, il gup del Tribunale di Genova aveva ammesso la richiesta del Codacons di costituirsi parte civile, ma non era stato riconosciuto nulla a titolo di risarcimento danni, adesso per i vini francesi ed altro di Nicolò Scialfa (ex Idv), i paladini dei consumatori proseguono la battaglia davanti al collegio giudicante.

Le prossime udienze sono state fissate il 14, 15 e 28 aprile. Saranno ascoltati i testimoni dell’accusa. Il 5 maggio gli imputati Scialfa, Delucchi e Fusco, saranno esaminati dal giudice, dal pm e dagli avvocati di parte civile (ci sarà anche quello del partito Idv).

Il Codacons è rappresentato dall’avvocato Marco Marino, la Regione Liguria dall’avvocato Aulo Galvagna, l’Idv dall’avvocato Gaia Morelli dello studio Scicchitano di Roma.

 

 

LASCIA UN COMMENTO