Sp 225 Fontanabuona con limite a 50 km/h, ma piena di buche

0
CONDIVIDI
frana entroterra tigullio
Una frana in Valfontanabuona: dal 1° febbraio limite a 50 km/h sulla Sp 225, ma secondo il M5S è solo un palliativo
frana entroterra tigullio
Una frana in Valfontanabuona: dal 1° febbraio limite a 50 km/h sulla Sp 225, ma secondo il M5S è solo un palliativo, scata una petizione popolare per riparare la strada

GENOVA. 15 FEB. A partire dal 1° febbraio, con un’ordinanza della Città Metropolitana di Genova, è stato istituito il limite massimo di velocità di 50 km/h sulla SP 225 della val Fontanabuona nei tratti esterni dei centri abitati di Carasco, San Colombano Certenoli, Cicagna, Moconesi, Neirone, Tribogna e Lumarzo. Per il M5S si tratta semplicemente di una “toppa” a un problema ben più grave e urgente: la presenza sulla strada di buche, smottamenti, manutenzione scarsa o inesistente.

“Condizioni che – ha detto oggi il consigliere regionale Gabriele Pisani – hanno provocato un numero sempre più alto di incidenti in val Fontanabuona, in quella che ormai è diventata una vera e propria emergenza. Invece di cavarsela con limitazioni e divieti che suonano come una presa in giro, la pubblica amministrazione dovrebbe intervenire per tenere la strada in perfetta efficienza, garantendo agli utenti una percorrenza priva di insidie, come previsto anche dal Codice della Strada.

Troppo facile obbligare i cittadini ad andare piano per ridurre gli incidenti invece che sistemare il fondo della strada e adempiere ai propri doveri. Questo divieto non risolverà le problematiche di manutenzione, ma, anzi, rischia di provocare ulteriori effetti negativi sulla vita degli abitanti della Valfontanabuona. Noi lanceremo una petizione per invitare la Città metropolitana ad eseguire immediatamente i lavori di manutenzione della SP 225, invece di rifugiarsi in nuove ordinanze restrittive”.

 

 

LASCIA UN COMMENTO