Sospetti terroristi: ‘fuggiti da Iran per diventare cristiani’

0
CONDIVIDI
I due sospetti terroristi sostengono di essere fuggiti dall' Iran per diventare cristiani
I due sospetti terroristi sostengono di essere fuggiti dall' Iran per diventare cristiani
I due sospetti terroristi sostengono di essere fuggiti dall’ Iran per diventare cristiani

GENOVA. 4 GEN. Sospetta cellula Isis, gli arrestati si difendono. Karim e Shahad El Kunani, fratello e sorella, arrestati il 31 dicembre all’aeroporto di Genova mentre stavano partendo per Londra con false carte d’identità belghe, sarebbero fuggiti dall’Iran per abbandore la religione musulmana e diventare cristiani.

A spiegarlo loro, durante, l’interrogatorio di garanzia al pm, secondo cui i due non sarebbero due migranti ma appartenenti ad una cellula terroristica.

Così, dopo l’interrogatorio il gip ha convalidato l’arresto e applicato la custodia cautelare in carcere.

 

Diversi gli elementi che hanno insospettiti le forze dell’ordine che li hanno arrestati in aeroporto e gli inquirenti che stanno svolgendo le indagini. Per primo i due avevano documenti belgi, ma non parlavano francese poi il racconto del viaggio dei due, partiti dall’Iran e giunti in Turchia dove hanno comprato i documenti falsi. Da lì il passaggio in Grecia, poi tramite i Balcani l’arrivo, dapprima in Austria e poi in Germania. Proprio in Germania l’acquisto dei biglietti per Londra. Invece sono giunti in Italia a Milano e dal capoluogo lombardo a Genova dove sono rimasti tre giorni in un albergo.

Secondo i difensori dei due non ci sarebbe la pericolosità sociale per tenerli in carcere.

LASCIA UN COMMENTO