Sorella accelera morte avvocato per l’eredità: arrestata

0
CONDIVIDI
tribunale spezia
tribunale spezia
La sede del Tribunale a La Spezia:oggi i carabinieri hanno arrestato per omicidio volontario la sorella dell’avvocato Corini, deceduto lo scorso settembre

LA SPEZIA. 12 FEB. I carabinieri di La Spezia oggi hanno arrestato per omicidio volontario la sorella dell’avvocato Marco Valerio Corini, 51 anni, deceduto il 25 settembre 2015. Secondo l’accusa, l’arrestata, Marzia Corini, anestesista, avrebbe somministrato al fratello, malato di tumore, farmaci che ne hanno accelerato la fine. Dalle indagini è emerso che la morte del legale è avvenuta subito dopo averlo indotto a distruggere il testamento già redatto per sottoscriverne un altro in favore della sorella.

Inoltre, è stata denunciata un’avvocatessa che ha lavorato con Corini.

Marzia Corini aveva assistito il fratello quando si era aggravato e, per gli inquirenti, gli avrebbe somministrato antidolorifici oppiacei in dose massiccia tanto da accelerarne la morte. Entrambe le donne, al momento hanno respinto le accuse.

 

 

LASCIA UN COMMENTO