Home Economia Economia Genova

Sogegross quadruplica il valore di beni alimentari per il Banco Alimentare

0
CONDIVIDI

GENOVA. 27 APR. Sogegross rafforza la partnership con la Fondazione Banco Alimentare ONLUS, confermando il proprio impegno nel campo della solidarietà e della lotta agli sprechi alimentari.

Nel 2016 le insegne Sogegross e GrosMarket Cash&Carry, Basko, Ekom e Doro hanno donato alla Rete nazionale Banco Alimentare un valore  quadruplicato rispetto al 2015  in prodotti alimentari (nel 2015 si erano superati i 100mila euro) per la loro redistribuzione alle strutture caritative tramite le organizzazioni Banco Alimentare territoriali presenti nelle regioni in cui il Gruppo Sogegross è presente.

Le donazioni di merci sono avvenute sia attraverso i punti vendita che attraverso le piattaforme logistiche di pertinenza Basko, Doro, Ekom, Sogegross e GrosMarket cedendo direttamente eccedenze di merce prossima alla scadenza, soprattutto beni freschi e deperibili che, invece di venire sprecati, sono diventati risorsa per chi ha più bisogno.


I Cash and Carry Sogegross e GrosMarket hanno contribuito in maniera preponderante in quanto, rivolgendosi ad esercizi commerciali, bar e ristoranti, devono necessariamente gestire uno stock di maggiori dimensioni e con tempistiche più anticipate.

A questo si aggiungono le iniziative di solidarietà e di sensibilizzazione della clientela, come la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, organizzata a livello nazionale dalla Fondazione Banco Alimentare e attivata lo scorso novembre in ben 174 punti vendita del Gruppo Sogegross, che hanno permesso di recuperare generi alimentari di cui si ha maggiore necessità per un valore di circa 250.000 euro.

L’insegna discount Ekom ha inoltre attivato il 7 febbraio scorso l’iniziativa spesa SOSpesa, della durata di un mese, in tutti i punti vendita di Liguria e Piemonte, sia di proprietà che in franchising.

Una raccolta di quei generi alimentari che il Banco Alimentare ha individuato come i più necessari, che i clienti potevano donare in maniera diretta in cassa depositandoli negli appositi contenitori.

Un’iniziativa nuova, appena conclusa, che è stata accolta molto positivamente dalla clientela e che ha permesso di raccogliere ben  9.4 tonnellate di generi alimentari, di cui 4.8 tonnellate in Liguria e 4.6 in Piemonte.

“Da sempre – commenta Ercole Gattiglia, consigliere di amministrazione del Gruppo Sogegross – il nostro Gruppo è legato al proprio territorio di appartenenza, che cerchiamo di sostenere con diverse iniziative. Quelle in collaborazione con una realtà così importante come la Fondazione Banco Alimentare ci vedono attivi su più fronti. Oltre al nostro impegno diretto, con la cessione gratuita di parte delle nostre merci, cerchiamo di sensibilizzare la nostra clientela con iniziative di comunicazione sfruttando la cassa di risonanza rappresentata dai punti vendita.

Devo dire che abbiamo sempre avuto risposte molto positive. La nostra partnership con il Banco Alimentare continuerà anche quest’anno attraverso tutte le insegne del Gruppo, per potenziare concretamente la logica anti-spreco che contraddistingue il nostro operato”.

“La collaborazione con il Gruppo Sogegross, cresciuta negli anni, rappresenta un sostegno importante alla nostra attività – dichiara Andrea Giussani Presidente della Fondazione Banco Alimentare Onlus. La povertà alimentare in Italia infatti non accenna purtroppo a diminuire e 4.600.000 persone sono in forte difficoltà. Le tantissime tonnellate di alimenti preziosi, che abbiamo recuperato da Sogegross in questi anni sono diventati un aiuto concreto per le strutture caritative che si fanno carico dei bisogni degli ultimi”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here