Home Cronaca Cronaca Italia

“SLOW FOOD ITALIA”. PRESIDENTE BURDESE: “MINISTRO AGRICOLTURA DE GIROLAMO DICE NO AGLI OGM”

1
CONDIVIDI

noogmromalnCUNEO 24 GIU. A pochi giorni dalla manifestazione che ha portato a Roma centinaia di consumatori e produttori per dire no agli Ogm, il Ministro delle Politiche Agricole Nunzia De Girolamo (Pdl), intervistata oggi dal Corriere della Sera, si è espressa in maniera decisa, accogliendo le richieste della maggioranza degli italiani e coinvolgendo i colleghi dell’Ambiente Andrea Orlando (Pd) e della Salute Beatrice Lorenzin (Pdl).

Le associazioni aderenti alla “Task Force per un’Italia libera da Ogm” avevano manifestato davanti a Montecitorio giovedi 20 giugno scorso per chiedere ai tre ministri di intervenire al più presto per colmare il vuoto legislativo venutosi a creare dopo la sentenza della Corte di Giustizia Ue secondo la quale gli stati membri non possono impedire la coltivazione di un seme Gm se precedentemente approvato a livello europeo.

Nella stessa giornata la “Task Force” aveva lanciato la campagna “Stop Ogm”, chiedendo ai cittadini italiani di attivarsi on line inviando un messaggio al Ministro della Salute Lorenzin per chiedere di esercitare la clausola di salvaguardia. In pochissime ore sulla piattaforma www.stopogm.org sono arrivate oltre 40 mila adesioni.


“Notiamo con piacere la determinazione del Ministro De Girolamo nel farsi carico della nostra richiesta con le amministrazioni locali, i Ministri italiani all’Ambiente e alla Salute e i colleghi europei” – afferma Roberto Burdese, presidente di “Slow Food” Italia – “mi auguro che a questo punto l’iter possa svolgersi nei tempi più rapidi possibili visto il rischio che l’agroalimentare italiano corre”.

““Slow Food Italia”, insieme a tutte le altre associazioni della “Task Force”, continuerà a monitorare questa delicata vicenda e a sensibilizzare i consumatori, nella convinzione che l’agricoltura italiana – a quanto comunicano dal sodalizio agroalimentare ambientalista – non abbia bisogno di Ogm”.

Marcello Di Meglio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here