Home Politica Politica Genova

Slot, Confesercenti dalla parte di Toti e Rixi: giusto prorogare la legge

3
CONDIVIDI
Slot gioco d'azzardo legale

GENOVA. 27 MAR. Oggi alle 17,30 è prevista una manifestazione organizzata da alcune associazioni contro la Regione, che ha intenzione di prorogare di un anno l’entrata in vigore della legge sul gioco d’azzardo legale (il provvedimento dovrebbe essere votato domani dal consiglio ligure). Se il Governo di Roma ha intenzione di dare il via libera ai mini casinò in danno dei piccoli imprenditori ed a favore delle grandi lobby delle slot, guadagnandoci di più senza combattere il triste fenomeno della ludopatia, il governatore Giovanni Toti e l’assessore allo Sviluppo economico Edoardo Rixi hanno spiegato che lo scopo della Regione Liguria è quello di tutelare anche i posti di lavoro e le piccole imprese, consentendo l’apertura di un serio tavolo di confronto.

“Non è certo con un colpo di spugna che si risolvono i problemi, ma con un’analisi strutturata e con un approccio non ideologico, entrando nel merito delle questioni” ha ribadito oggi Paolo Barbieri, funzionario di Fiepet Confesercenti a pochi giorni dalla presa di posizione dell’associazione a favore della moratoria di un anno proposta dalla giunta Toti all’applicazione della legge regionale n. 17 del 2012 sul regolamento dell’installazione degli apparecchi da gioco in Liguria.

Il provvedimento votato nel precedente ciclo amministrativo, infatti, aveva bloccato immediatamente le nuove autorizzazioni nel raggio di 300 metri da luoghi considerati sensibili – come scuole, chiese, ospedali o altri punti di aggregazione – e determinato l’applicazione di questi stessi limiti per le slot già esistenti entro i cinque anni successivi. In assenza di proroghe da parte della Regione, dunque, questo punto della legge entrerebbe in vigore il prossimo 2 maggio e andrebbe ad incidere anche sulle attuali autorizzazioni.


“Evitiamo inutili fughe in avanti – ha aggiunto Barbieri – buone solo a cancellare dei posti di lavoro, nel momento in cui allo studio del governo ci sono provvedimenti che, oltre ad incrementare le occasioni di gioco, rischiano di colpire la tenuta stessa della rete commerciale. Interveniamo sì sul fenomeno, ma facciamolo nei modi e nei tempi giusti, al fine di realizzare provvedimenti efficaci nel contrasto degli abusi e, soprattutto, evitando inutili crociate che avrebbero l’unico effetto di portare alla chiusura di numerose attività economiche, con la perdita conseguente di ulteriori posti di lavoro ed il proliferare dell’illegalità”.

http://www.ligurianotizie.it/lunedi-presidio-sotto-la-regione-sulla-proroga-al-gioco-dazzardo/2017/03/25/240667/

 

3 COMMENTI

  1. invece di toglierle si preoccupano come tenere in piedi un cancro della società , si preoccupano di pochi posti di lavoro (?) e non di centinaia di persone che perdono quando va bene stipendi e risparmi. Siete folli o più semplicemente furbi !

  2. lo credo che la confesercenti sta dalla parte di totti e rixi gli si toglie un guadagno sia xchè derubano migliaia di persone rovinando famiglie e danndo un danno alla sanita pubblica con la ludopatia e tutto questo al governatore della regione e al suo complice non gliene fotte niete

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here