Home Sport Sport Genova

SU IL SIPARIO SULLA SERTECO VOLLEY SCHOOL 2014/2015

0
CONDIVIDI

Serteco_presentazione_2014_2015 (5)GENOVA. 23 OTT. Numeri importanti, giovani di qualità e obiettivi ambiziosi. La Serteco Volley School affronta la stagione 2014-2015 della pallavolo genovese e ligure con tante idee e la consueta voglia di far vivere ai propri 700 tesserati momenti belli, di sport e di festa. 

Ambizioni importanti per il presidente Gianfranco Molisani e per la dirigenza genovese con la prima squadra che è stata affidata aFranco Saccomani, tecnico spezzino reduce dall’ottimo lavoro svolto a Santa Margherita. Dal Levante porta con se giocatrici importanti che si uniscono ad alcune conferme e ad altri colpi di mercato. Il capitano è l’opposto Valeria Villa, cresciuta nella Libertas Volley School. Con lei nel ruolo ancheMartina De Marco, da sempre in casa Serteco e prima Aacv. Il libero è Jessica Leonardi, in arrivo dalla B2 del Casarza Ligure. Nel reparto schiacciatrici ecco Federica Grosso, una delle conferme preziose, Giulia Palazzo, piemontese che ha giocato in B2 con il Sant’Orsola, Maurizia Caporaso, romana che ha vinto con Cisterna 88 il campionato di B1. Dal Levante arriva anche Camilla Iandolo. Al centro la Serteco potrà contare su Irene Fontana, cresciuta nel vivaio, così come Elisa Muzio che nell’ultima stagione ha giocato con la Virtus Sestri. Da Santa Margherita è arrivata Marlene Mwehu.  In regia ecco Giulia Stasi, ex Normac e Santa Margherita e Francesca Montinaro, cresciuta in Aacv e poi negli ultimi anni impegnata con la Normac in B2., lo scorso anno in Serie C. Con loro anche Cristina D’Agostino, arrivata dalla Puglia dove ha raggiunto la B1 con il Volley Aquila Azzurra.

“Il gruppo è buono”, racconta il coach Saccomani. “Abbiamo lavorato molto e bene. Ora vedremo i primi riscontri nelle gare in cui valgono i punti. Siamo fiduciosi e vogliosi di vivere una bella stagione”. La squadra del presidente Molisani è stata rivoluzionata e con innesti di qualità e una nuova guida tecnica punta in alto, senza nascondersi. “Cerchiamo di regalare una buona stagione di volley alla nostra città”, sottolinea Gianfranco Molisani. “E’ un momento difficile per la città, che deve ancora una volta risollevarsi dopo una alluvione. Noi cercheremo di portare avanti la nostra  attività dedicata a tante famiglie, puntando ai risultati con la prima squadra, ma anche alla crescita delle ragazze che vivono il nostro settore giovanile”.


Per alcune giovani sarà una stagione importante con la possibilità di giocare in Serie C con la seconda squadra, la Serteco San Teodoro, fortemente voluta dal “patron” Molisani con il preciso scopo di fare qualificazione giovanile  nel volley femminile ligure creando giovani talenti che si possano affacciare con soddisfazione sul panorama regionale e nazionale, rimanendo però nel grande pianeta Serteco. “Vorremmo far crescere qui i nostri talenti – spiega Molisani –  e non costringerli a emigrare. Vogliamo creare a Genova un polo di attrazione a livello nazionale capace di convogliare le migliori giovanissime atlete nostrane ma anche provenienti da altri contesti fuori regione”. Il progetto è stato affidato a Mario Barigione, ex allenatore della normac, oggi alla guida di questa squadra giovanissima il cui obiettivo è crescere e salvarsi. “Nostra intenzione è abbinare percorso fisico, tecnico, tattico a percorso culturale con grande attenzione alla formazione scolastica e personale di ogni singola atleta”. Nella nuovissima struttura di Piazza Sopranis saranno contemporaneamente all’opera i migliori tecnici, docenti per lo svolgimento dei compiti o per il recupero e approfondimento nel doposcuola, pedagogisti clinici per gli aspetti legati alla crescita individuale e operatori culturali per teatro, danza, musica e tutte le attività espressive. Il progetto Serteco San Teodoro è quindi basato sulla valorizzazione delle atlete. “Vogliamo che trovino in Serteco la dimensione giusta per poter esprimere al meglio le loro potenzialità a livello nazionale, regionale e provinciale”, spiega Barigione.

Al fianco di Gian Luigi Bulla e Rino Parisi lavora uno staff tecnico altamente qualificato con Marco Malaspina che si occupa delle giovanissime sino all’under 14 a Francesco Ercole, quotato tecnico torinese, che si occupa della Prima Divisione e Under 18 oltre che dei centri scuola. Mario Barigione è il direttore tecnico, primo allenatore della Serie C e dell’Under 16. La Serteco San Teodoro potrà contare in Serie C sulla “senatrice”Sonia Ambrosino, opposta e centrale piemontese classe 90. Fortemente voluta da Barigione, sarà la “terza allenatrice” in campo e punto di riferimento per le giovanissime compagne. Tra loro le classe 96 Eugenia Bertirotti (palleggiatrice titolare e capitano della squadra), Lucia Argenti (banda titolare e vice capitano rientrante da Volley Albaro), Martina Campazzo (banda/opposto) e Ludovica Costigliolo (centrale al ritorno dopo lungo infortunio). Promosse in C anche le “super baby” della Leva 2000 Elisa Mukaj e Irene Valle (schiacciatrici) e Laura Ferrini (palleggio). Dalla Leva 1999 eccoVittoria Farina e Silvia Bulla, rispettivamente centrale e libero. Poi Ilaria Pilato eGiorgia Longo, rispettivamente banda titolare e centrale titolare. E ancora Camilla Lendaro, altra attaccante classe 99 in recupero da infortunio di inizio stagione, e il secondo libero acquisito da Santa Sabina Martina De Iturbe.

“Oltre alle due formazioni in Serie C – spiega il presidente Molisani – avremo squadre in ogni categoria giovanile. Uno sforzo importante con numeri elevati e tanti valori. Senza dimenticare poi eventi e tornei che organizzeremo, un bellissimo progetto in sinergia con il Comitato Paralimpico della Liguria e tante idee per dare a questa città un punto di riferimento sempre più attivo e propositivo nello sport ma anche nel sociale”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here