Sinti di Bolzaneto in perlustrazione per i furti in casa a Zoagli: presi

19
CONDIVIDI
Il campo nomadi a Bolzaneto
Il campo nomadi a Bolzaneto: sinti in trasferta a Zoagli
Il campo nomadi a Bolzaneto: sinti in trasferta a Zoagli

GENOVA. 8 AGO. Tempo d’estate e pure i ladruncoli vanno in trasferta. Gli investigatori del commissariato di Rapallo hanno preso due sinti di 46 e 56 anni residenti nel campo nomadi di Bolzaneto.

L’altro sera i due erano tra le villette e gli appartamenti di Zoagli. Entrambi erano a bordo di motocicli con i numeri della targa mezzi nascosti, anche se non sono risultati dei mezzi rubati. All’interno dei bauletti sono stati trovati delle radio ricetrasmittenti, vestiti, chiavi, passamontagna ed altri ferri del mestiere.

Gli investigatori sospettano che i due stessero effettuando alcuni sopralluoghi per dei furti in casa.

 

La denuncia è scatta per le targhe contraffatte come prevede il codice della strada e per “possesso di chiavi alterate e contraffatte”.

 

19 COMMENTI

  1. Ma.che strano, una babbiona tempo fa diceva che erano gente onesta.e…..povera. Magari sono suoi amici questi. Facciamo una cosa: gli zingari italiani (sinti) cominciamo a fargli pagare le utenze e mandiamogli la Finanza. Gli altri zingari,ROM, rispediamoli a casa loro,espulsione.

LASCIA UN COMMENTO